Mattarella: “Senza pari diritti per le donne non c’è democrazia”

Il Presidente della Repubblica lo dice nel suo discorso al Quirinale per la celebrazione del Giorno della Memoria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – “Non c’e’ democrazia senza pari diritti per le donne. Durante la Shoah le donne sono state umiliate e violate, nel fisico e nell’animo, di quelle madri, che con l’ultima forza residua, hanno abbracciato e rincuorato fino all’ultimo istante i loro piccoli, nel buio tremendo delle camere a gas. Le ideologie totalitarie hanno sempre considerato le donne come esseri inferiori. E così come la donna ariana, nella follia nazista, era ridotta a mero strumento per la riproduzione di nuovi ariani, la donna ebrea portava la colpa ulteriore di aver generato la progenie di una razza ritenuta diversa”. Lo dice il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo discorso al Quirinale per la celebrazione del Giorno della Memoria.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

24 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»