“La favorita”, “Creed 2” e “Se la strada potesse parlare”: tutti i film nelle sale dal 24 gennaio

Tutte le uscite nelle sale dal 24 gennaio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il 24 gennaio arrivano al cinema due titoli molto attesi, “La favorita” e “Se la strada potesse parlare”, entrambi candidati all’Oscar rispettivamente in 10 e 3 categorie, mentre per tutti i fan di Rocky Balboa, l’appuntamento, imperdibile sarà quello con l’ottavo capitolo della saga iniziata nel lontano 1976. 

Protagonista Adonis Creed, figlio dell’avversario-amico di Rocky, Apollo. Il giovane sta per affrontare la sfida della sua vita, quella con niente meno che il figlio di “Ivan-Io ti spiezzo in due-Drago”, avversario sul ring dello ‘stallone italiano’ nel quarto film. A rinforzare l’effetto amarcord di questo capitolo, il ritorno di un altro personaggio presente in Rocky 4: Brigitte Nielsen, moglie del pugile russo Ivan Drago nel film ed ex moglie di Sylvester Stallone nella vita reale. Infine, una storia tutta al femminile sul self-empowerment: protagonista una quarantenne in cerca di riscatto interpretata da Jennifer Lopez.

Altro film da non perdere, ritratto degli orrori dell’epoca nazista, è “L’uomo dal cuore di ferro” di Cédric Jimenez, storia dell’assassinio di uno dei massimi esponenti del Terzo Reich, Reinhard Heydrich (interpretato da Jason Clark).

 

 “LA FAVORITA”

Intrighi, amore saffico, malignità e astuzia. Tutto questo per conquistare il posto da ‘favorita’. Questi sono gli ingredienti che rendono accattivante The Favourite (La Favorita) di Yorgos Lanthimos, presentato in concorso alla 75esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica.

Siamo all’inizio del XVIII secolo e l’Inghilterra è in guerra con la Francia. Nonostante ciò, le corse delle anatre e gli ananas ai banchetti spopolano. Una gracile regina Anna (Olivia Colman) occupa il trono, mentre la sua amica intima Lady Sarah (Rachel Weisz) governa il paese al posto suo, prendendosi cura della sua salute cagionevole e del suo carattere volubile.

Abigail (Emma Stone), una nuova cameriera, grazie al suo fascino riesce ad entrare nelle grazie di Sarah, che la prende sotto la sua ala protettrice, facendole intravedere l’occasione di tornare alle sue radici aristocratiche. Poiché la politica bellica assorbe Sarah quasi completamente, Abigail prende il suo posto come compagna della regina. La loro fiorente amicizia consente ad Abigail di realizzare le sue ambizioni: non permetterà che nessuno- donna, uomo, questione politica o… coniglio- si metta sulla sua strada.

“CREED 2”

Nuovo capitolo della saga di Rocky, Creed 2 è il sequel del grande successo di pubblico e di critica del 2015 Creed – Nato per combattere, che ha incassato oltre 170 milioni di dollari ai botteghini di tutto il mondo.

Adonis Creed si sta preparando ad affrontare sul ring un avversario legato al passato della sua famiglia. A fianco a lui Rocky Balboa, grazie al quale scoprirà che nulla è più importante della famiglia.

“L’UOMO DAL CUORE DI FERRO”

Protagonisti del film due partigiani cecoslovacchi, Jozef Gabcik e Jan Kubis, che nel 1942 portarono a termine la loro missione, uccidendo uno degli ideatori dello sterminio degli ebrei. Nel cast anche Rosamunde Pike nei panni della moglie di Heydrich, Lina.

 

“RICOMINCIO DA ME”

Jennifer Lopez è Maya, una donna di 40 anni che vive nel Queens e lavora da 15 anni in un grande centro commerciale. È in gamba e piena di intuizioni, ma quando si profila la possibilità di una promozione, le viene preferito un uomo: un manager privo di esperienza sul campo ma con molti titoli di studi. Per Maya è una sconfitta, almeno fino a quando non ha l’occasione di dimostrare che le esperienze del quotidiano sono valide quanto il sapere accademico e che, a Manhattan, non è mai troppo tardi per ricominciare da capo.

 

“SE LA STRADA POTESSE PARLARE”

Il vincitore dell’Oscar per “Moonlight” Barry Jenkins torna dietro la macchina da presa per raccontare una storia di amore e lotta contro il sistema. Protagonista di “Se la strada potesse parlare” tratto dall’omonimo romanzo “If Beale Street Could Talk”. di James Baldwin, Fonny, un ragazzo di colore che vive nella Harlem degli anni ’70 insieme al suo amore Tish. I due innamorati aspettano un bambino, ma a minare la loro serenità sarà un’accusa ingiusta che lo porterà dietro le sbarre.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

24 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»