AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE europa

Uk, lo stop della Corte Suprema: “Per Brexit serve il voto del Parlamento”

ROMA – La Corte suprema di Londra ha deciso: l’esito della Brexit, per diventare effettivo, deve essere sottoposto al voto del Parlamento. Duro colpo alla premier Theresa May, che vede così negata la possibilità di avviare discussioni autonome con gli Stati membri Ue, nonostante i difensori della sua linea abbiano fatto presente in aula che il Governo ne avrebbe la competenza stando all’art. 50 del Trattato di Lisbona, che regola i termini dell’uscita di uno Stato membro dall’Ue.

Otto giudici su tre tuttavia hanno valutato che “il governo non può ricorrere all’art. 50 senza prima aver ottenuto il via libera del Parlamento che concede l’autorizzazione”, cosi’ come ha letto il Presidente della Corte suprema Lord Neuberger. Secondo la ‘Bbc’, dopo la sentenza il Procuratore generale Jeremy Wright ha dichiarato che c’è “disappunto” tra i membri dell’esecutivo ma che tuttavia non mancherà la disponibilità a fare “tutto il necessario” per rispettare tale giudizio.

24 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988