Palermo, Orlando: “I detenuti dell’Ucciardone realizzino il carro di S. Rosalia”

L'idea è stata lanciata dal sindaco, Leoluca Orlando, nel corso della conferenza stampa convocata per tracciare un bilancio del festival 'Le Vie dei Tesori'

Condividi l’articolo:

PALERMO – Il carro di Santa Rosalia, patrona della citta’ di Palermo, protagonista del Festino di luglio, realizzato dai detenuti del carcere Ucciardone. L’idea e’ stata lanciata dal sindaco, Leoluca Orlando, nel corso della conferenza stampa convocata per tracciare un bilancio del festival ‘Le Vie dei Tesori’, che ha portato 265mila visitatori nei 130 siti del capoluogo siciliano. Tra i siti inediti di quest’anno proprio l’antico carcere palermitano. “Saranno i detenuti dell’Ucciardone a realizzare il prossimo carro del Festino – ha affermato -.

Ucciardone e’ Palermo e Palermo e’ l’Ucciardone – ancora Orlando -. Qui dentro c’e’ tutto il bene e tutto il male di questa citta’. Ma accanto alla severita’ della pena, e’ giusta l’umanizzazione: questa scelta di apertura dello spazio e di coinvolgimento dei detenuti, va in questo senso. Palermo – ha aggiunto – puo’ essere guardata solo con gli occhi di un insetto, attraverso un caleidoscopio: la citta’ ha talmente tanti aspetti diversi, che una sola visita non basta, bisogna tornare. Per questo, chiusa Palermo capitale della cultura, partira’ Palermo CulturE”.

In conferenza stampa anche l’assessore alla Cultura, Andrea Cusumano: “Le Vie dei Tesori sono una delle punte di diamante della crescita di Palermo – ha spiegato -. I numeri raccontano un’impennata straordinaria. Sei milioni di passeggeri transitati dall’aeroporto nel 2018 quantificati in 80 milioni di indotto, soprattutto in mesi destagionalizzati. Le Vie dei Tesori e’ stato il pioniere perche’ ha messo insieme cio’ che abbiamo con cio’ che progettiamo”. “Le Vie dei Tesori e’ un’industria culturale a tutti gli effetti, che cammina sulle gambe di 500 volontari e di 900 ragazzi dell’Alternanza Scuola Lavoro – spiega Laura Anello, presidente de Le Vie dei Tesori onlus -. Dotata di un portale cui attingere per scoprire e approfondire la storia delle citta’, i racconti inediti, i luoghi, i segreti. Un format che ci richiedono, gia’ 22 comuni vorrebbero aderire il prossimo anno e dovremo scegliere”.

Leggi anche:

23 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»