Usa, l’ex medico delle ginnaste olimpioniche confessa: “Abusavo sessualmente di loro”

ROMA  – Larry Nassar, ex medico sportivo delle ginnaste olimpiche degli Stati Uniti, ha confessato di aver commesso abusi sessuali su sette ragazzine, tra cui una di appena 13 anni.

In realtà, ad accusarlo sono almeno 125 ex pazienti. A causa dei reati commessi finora accertati trascorrerà 25 anni in carcere.

L’uomo, 54 anni, per vent’anni è stato il medico sportivo delle ginnaste olimpioniche e ha lavorato per l’Università del Michigan come professore associato. Ad accusarlo, ora, ci sono anche le campionesse di ginnastica Gabby Douglas, McKayla Maroney e Aly Raisman.  Gli abusi sono avvenuti anche durante le Olimpiadi di Londra del 2012, ha raccontato Maroney, che in quell’occasione si aggiudicò una medaglia d’oro e una d’argento.

“Gli abusi sono sbagliati, sempre. Una volta è troppo e una persona è troppo”, ha scritto Aly Raisman sui social. “Potremmo non sapere mai quante soffrono in silenzio, di conseguenza è importante avere un ambiente sicuro in cui queste persone possano farsi avanti“, spiega Raisman, dopo aver attaccato un sistema, quello dello sport, da rifondare per quanto riguarda cultura, governance  e leadership. “Non vogliamo rassicurazioni, vogliamo risposte”, attacca.

 

23 novembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»