Durex, una emoji per rendere familiare il preservativo e aiutare il safe sex

condom_emojiROMA – Un emoji per superare l’imbarazzo di certe parole e facilitare il dialogo tra i giovani su certi argomenti. Sono questi i punti sui quali batterà la Durex, nota azienda di profilattici, per convincere l’Unicode Consortium, l’ente responsabile che approva e permette la messa in uso delle ‘faccine’, ad accettare l’emoji ‘preservativo’.

Per l’azienda, ma anche per molte autorità sanitarie nazionali, c’è ancora un tabù a pronunciare alcune parole e soprattutto ancora vasta è la platea di coloro che ignorano che, per alcune malattie sessualmente trasmissibili, l’unica prevenzione possibile è proprio nell’uso del preservativo. Aids in testa. Senza pensare poi alla possibilità di evitare, proprio grazie all’uso del profilattico, soprattutto quando si è giovani e giovanissimi, gravidanze indesiderate. Da qui l’idea di rendere, attraverso una comunissima emoji, il piccolo oggetto in lattice di uso ancor più comune e familiare.

Del resto proprio emoji è stata eletta parola dell’anno 2015 dal dizionario di Oxford, quindi giusto che possa rappresentare quante più cose possibili della vita quotidiana di ognuno di noi.

23 Nov 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»