Ostia, 42 arresti nel clan anti-Spada; Raggi in aula giovedì; 10 mln per Frosinone

OSTIA, SGOMINATO CLAN RIVALE DEGLI SPADA: 42 ARRESTI

Con un blitz scattato all’alba, i Carabinieri hanno arrestato 42 persone appartenenti a una delle organizzazioni criminali più strutturate e potenti della zona, ritenuta epigona del noto clan Triassi e storicamente contrapposta a quella della famiglia degli Spada. Le accuse a vario titolo sono: associazione armata finalizzata al traffico di stupefacenti, sequestro di persona a scopo di estorsione, detenzione illegale di armi, minacce e ricettazione. “Continuano le pulizie di Ostia- ha commentato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini – Dopo aver colpito gli Spada, ora è il turno di un altro clan. Grazie alle forze dell’ordine”.

PROCESSO RAGGI, SINDACA SARÀ ASCOLTATA GIOVEDÌ

Slitta a dopodomani l’esame della sindaca di Roma, Virginia Raggi, nel processo che la vede imputata per falso nell’ambito della nomina di Renato Marra a capo della direzione capitolina Turismo. Il primo cittadino doveva essere ascoltato oggi, ma la decisione di Raffaele Marra, ex capo del personale, di testimoniare in aula in questo processo, aveva portato la Procura e la difesa della Raggi ad accordarsi sullo slittamento dell’audizione. Questa mattina, però, Marra ci ha ripensato e il giudice monocratico Roberto Ranazzi ha rivisto il calendario, fissando per giovedì di questa settimana l’ascolto della Raggi.

VENERDI’ A ROMA SCIOPERO TRASPORTI, RIFIUTI E SCUOLA

Roma si prepara a vivere un altro venerdì’ nero. Il 26 ottobre, infatti, ci sarà lo sciopero generale e nazionale di trasporti, rifiuti e scuola, indetto dai sindacati di base. Per quanto riguarda i trasporti lo sciopero interesserà bus, tram, metropolitane e ferrovie. Intanto questa mattina si sono vissute scene di caos sui binari della metro C. Un treno in transito si è bloccato tra le fermate Gardenie e Teano e l’intera linea è stata interrotta. I passeggeri, dopo una lunga attesa, sono stati fatti scendere in galleria, costretti a percorrere il tratto sulla banchina fino alla stazione Gardenie.

ZINGARETTI-DI MAIO FIRMANO ACCORDO: 10 MLN PER AREA FROSINONE

Un bando da 10 milioni destinato a chi vuole investire nell’area di Frosinone. E’ uno dei risultati dell’Accordo di programma per la riqualificazione dell’area di crisi industriale di Frosinone, siglato oggi dal ministro per lo Sviluppo economico, Luigi Di Maio e dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. All’accordo sono interessati 37 comuni della provincia di Frosinone e 9 della Citta’ metropolitana di Roma. “Questo accordo interviene su un polmone produttivo italiano del manufatturiero- ha spiegato Zingaretti- Solo questo bando mobiliterà almeno 50 milioni di investimento pubblico-privato per nuove aziende”.

23 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»