AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE SPETTACOLO

Attrici contro produttori, ecco l’identikit del molestatore seriale italiano

ROMA – “E’ un regista napoletano, ha diretto molti film e vinto tanti premi”. “Ha circa quarant’anni, è un regista e produttore romano che ha fatto commedie di successo”. Questi sono solo un paio degli identikit di molestatori seriali che alcune attrici italiane hanno fornito in un servizio del programma Le Iene andato in onda il 22 ottobre.

A seguito dello scandalo Weinstein, infattimolte sono le donne del mondo dello spettacolo che hanno trovato il coraggio di parlare della loro esperienza. La prima in Italia è stata Asia Argento, il cui racconto delle molestie subite quando era ancora ventenne ha suscitato non poche polemiche, dividendo il mondo del web. Ma la figlia del re dell’horror italiano non è l’unica ad essere caduta nella trappola di Weinstein, anche Giovanna Rei sarebbe infatti nella lista delle vittime dal produttore americano. Il racconto è più o meno sempre lo stesso. L’attrice, ancora giovanissima, si sarebbe ritrovata con l’inganno da sola con l’orco che le avrebbe chiesto un massaggio. Rei però ha raccontato di essersi rifiutata di soddisfare le richieste di Weinstein, scappando dall’albergo dove era avvenuto l’incontro tra i due.

LEGGI ANCHESesso in cambio di film, nuove denunce da attrici italiane molestate ai provini

I molestatori italiani del mondo dello spettacolo

Pensare che certe cose avvengano solo al di fuori dei nostri confini è però piuttosto utopico. Eventi di questo genere avvengono, con una certa frequenza, anche nel Bel paese. Ecco allora che basta una voce perché si alzi un coro. A farne parte, tra le altre, l’attrice Giorgia Ferrero, che a Le Iene ha raccontato di aver avuto avance piuttosto spinte da un regista napoletano che le aveva proposto una parte da protagonista nel suo nuovo film. Ma anche Serena Bruni, ormai ex attrice, che ha dichiarato di aver subito ben 10 casi differenti di molestie sul luogo di lavoro, tanto da aver deciso di rinunciare a una carriera nel mondo dello spettacolo.

LEGGI ANCHE: Caso Weinstein, l’esorcista: “Dietro a questi fatti c’è Satana”

Chi non ha rinunciato alle proprie ambizioni, ma comunque si è trovata a vivere un’esperienza di questo genere, è stata Tea Falco. L’attrice protagonista del film “Io e te” di Bertolucci, ha dichiarato di essere stata toccata nelle parti intime da una regista di serie tv, in onda in prima serata, quando aveva circa 21 anni. Infine un’attrice molto giovane, che non ha voluto svelare la propria identità ha denunciato la sua esperienza con un regista e produttore quarantenne romano che avrebbe provato ad avere un rapporto sessuale con lei. Al suo rifiuto l’uomo si sarebbe masturbato davanti alla ragazza, lasciandola pietrificata. L’attrice ha sporto denuncia contro “l’orco” e ha invitato tutte le ragazze che si dovessero trovare in una situazione simile a fare lo stesso.

23 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988