AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Ap, Alfano: “Forza Italia e Pd vogliono i nostri voti, ma non ci faremo sottomettere”

Alfano

A. Alfano

ROMA – “Lo dico con tutta la serenità nel cuore. Abbiamo avuto anni molto complessi e difficili. Abbiamo subito e stiamo subendo un pestaggio mediatico. E io avendo guidato questa comunità ho pagato il prezzo piu’ alto, è fisiologico” dice il leader Ap e ministro degli Esteri Angelino Alfano, parlando alla Summer School della Fondazione ‘Costruiamo il futuro’ ai Giardini Naxos di Taormina. “Oggi- prosegue- noi siamo qui a testimonianza del fatto che ci siamo, ci saremo e che non smetteremo di esserci perchè non smettiamo di credere in quello che abbiamo fatto, noi abbiamo fede profonda nei nostri ideali. Veniamo descritti come se fossimo qualcosa che non c’è ma veniamo trattati come se fossimo l’oggetto piu’ ambito del desiderio altrui. Noi siamo l’ingombro per una partita che riguarda altri”.

Il leader Ap sottolinea: “Abbiamo migliaia di amministratori locali, siamo il centro moderato, liberale, popolare e riformista. Nessuno ci toglierà dal punto in cui ci troviamo. Oggi l’Italia ha bisogno di un centro politico”. Infine, riferendosi a Forza Italia e Pd, il ministro degli Esteri: “Vogliono i nostri voti perché Renzi non è sicuro di battere Di Maio e Berlusconi non è sicuro di battere Salvini. Vogliono questi voti per vincere le loro partite”.

“CONTRO DI NOI UN PESTAGGIO MEDIATICO, ORA AGGRESSIONE FINALE”

“I prossimi mesi per noi saranno faticosi perchè dopo tutte tutte le aggressioni di questi mesi siamo arrivati alla aggressione finale. Nei prossimi giorni ci sarà ancora piu’ violenza nei nostri confronti, potremmo avere qualche altra defezione di nomi che riesco ad immaginare, ma a me questo interessa poco perchè da settembre scenderà in campo la squadra titolare”, dice Alfano. “Noi non ci faremo sottomettere o annettere– aggiunge- noi con tutti quegli altri con cui ci già ci siamo uniti, a cominciare da Pier Ferdinando Casini, andremo avanti per dare al Paese un centro forte, coraggioso e indipendente“.

Ap, continua Alfano, “avrà una vita oltre la prossima scadenza elettorale, tutti i numeri ci dicono che il nostro Paese puo’ diventare instabile e allora noi dobbiamo costruire un centro politico che non insegue nessuna coalizione ma che è indispensabile per chiunque voglia governare”. Il ministro degli Esteri conclude: “Noi un avversario chiaro lo abbiamo, i valori chiari li abbiamo, una missione la abbiamo e l’orizzonte lo abbiamo. Noi abbiamo tutto quello che serve per avere una mappa di orientamento e di strategia politica perchè noi sappiamo esattamente quali sono i nostri programmi e valori”.

23 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram