AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Salta tavolo con Alpina, corteo al Marconi FOTO e VIDEO

BOLOGNA – Un incontro saltato, in Città metropolitana, “per la prima volta in otto anni dall’apertura del tavolo”, ma i lavoratori della cooperativa Alpina dell’aeroporto Marconi alzano comunque la voce.

A poche settimane dall’ultimo presidio, gli addetti sfidano il caldo torrido, tornando a sfilare davanti a turisti e viaggiatori al Marconi, in vista della deadline dell’1 luglio, data di scadenza dell’appalto in vista della re-internalizzazione delle mansioni di pulizia aerobus e carico-scarico bagagli, finora affidata alla coop tramite Gh.

Le foto

Nonostante il termometro sfiori i 38 gradi infatti, i sindacati hanno organizzato un presidio davanti alla sede Enac per poi proseguire all’interno dell’aeroporto, nel terminal delle partenze, a pochi passi dall’imbarco dei passeggeri.

LEGGI ANCHE All’aeroporto di Bologna la protesta dei dipendenti della cooperativa Alpina FOTO e VIDEO

“Siamo in attesa di riuscire a fare una clausola sociale seria, in modo che i lavoratori non perdano quello che hanno- spiega Daniela Modonesi, della Filt-Cgil- abbiamo bisogno che le Istituzioni stiano insieme per fare questo passaggio”.

Passaggio su cui ancora “non è stato trovato l’accordo tra le società- aggiunge Salvatore Buono (Fit-Cisl). Ma l’1 luglio è vicino e noi non vogliamo lasciare nessuno a casa”.


Il sit-in avrebbe dovuto avere luogo dopo l’incontro della mattina in Città metropolitana. Ma novità che tuttavia non ci sono state: “L’incontro è saltato perchè le due imprese non si sono presentate, è la prima volta in otto anni dall’apertura di questo tavolo. È inimmaginabile pensare che le relazioni sindacali siano un’optional” spiega Carmelo Massari (Uil) che auspica che Enac elevi “sanzioni esemplari per applicare il rispetto del contratto e della legge”. Nel frattempo sono in programma incontri il 27 e il 28 giugno, con Gh e con Alpina.

di Davide Landi, giornalista

23 giugno 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988