Abbas (ANP): “Basta muri, vogliamo la pace”

bandiera palestina
BRUXELLES – “E’ tempo per il nostro popolo di vivere in liberta’, senza muri e posti di blocco“. Queste le dichiarazioni del Presidente dell’Autorita’ Nazionale Palestinese, Mahmoud Abbas, intervenuto oggi a Bruxelles alla riunione plenaria del Parlamento. L’Unione europea ha messo infatti in agenda una due giorni di discussioni sulla questione israelo-palestinese, iniziata ieri con l’intervento del Presidente israeliano Reuven Rivlin.

Come si legge sul sito web del Parlamento europeo, il Presidente dell’Anp ha proseguito criticando il governo israeliano di non aver ancora posto fine all’occupazione dei territori palestinesi: “la Nazione palestinese vuole vivere in piena sovranita’ e l’Ue, avendo un ruolo importante, sta contribuendo a creare uno Stato palestinese embrionale”, e quindi ha ringraziato le istituzioni europee per il recente riconoscimento di uno Stato palestinese.

Poi Mahmoud Abbas ha chiesto agli eurodeputati “maggiore aiuto” al fine di trovare una soluzione a due Stati “giusta ed equa, sulla base dei confini del 1967″. Inoltre, il capo dell’Anp – come si legge ancora sul sito del Pe – ha espresso il proprio favore per “la recente iniziativa francese di rilanciare i negoziati di pace in Medio Oriente, sostenendo pero’ che bisogna stabilire un termine alle discussioni” e ha infine “condannato l’uso della violenza e degli attacchi terroristici come un mezzo di costruzione di uno Stato, affermando che il terrorismo potrebbe essere eradicato dalla regione solo se Israele mettesse fine all’occupazione dei territori palestinesi”. Quindi ha detto: “Israele ha trasformato il nostro paese in una prigione a cielo aperto“.

“La vostra presenza qui oggi, il giorno dopo che il Presidente Rivlin si e’ espresso, invia un segnale forte: la volonta’ di raggiungere una pace duratura tra Israele e Palestina e’ ancora viva“, ha detto il Presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, secondo il quale sostenere la stabilita’ e il buon funzionamento della Palestina “e’ un dovere morale per l’Ue”.

23 Giu 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»