Europa

Attentato a Manchester, strage a concerto teenager: 22 morti. Polizia: “Fermato giovane di 23 anni”

ROMA – Ventidue morti e oltre 50 feriti e’ il bilancio dell’esplosione avvenuta ieri sera alle 10 e 33 a Manchester, nel palazzetto dello sport al termine del concerto della cantante americana Ariana Grande, a cui erano presenti circa 18.000 spettattori. Confermata dalla polizia l’ipotesi dell’attentato terroristico. La Cnn riferisce che e’ stato identificato un kamikaze, mentre un giovane di 23 anni e’ stato fermato oggi. A darne notizia la polizia della citta’ inglese, via Twitter. Nel messaggio si aggiunge che le manette sono scattate in un quartiere meridionale di Manchester.

Testimoni presenti al concerto hanno spiegato che al termine dello show di Ariana Grande sono state udite non una ma due esplosioni in sequenza, alle quali e’ seguito il fuggi fuggi verso le uscite del palazzetto.

LEGGI ANCHE: Manchester, l’Isis festeggia ma non rivendica: “Per i bimbi di Mosul e Raqqa”

LEGGI ANCHE: Non solo Manchester Arena, in Uk dodici anni di paura

L’attentato si sarebbe verificato nei pressi del foyer del palazzetto. Il capo della polizia di Manchester Ian Hopkins riferisce che i feriti sono stati trasportati nei sei ospedali cittadini. La polizia ha attivato la linea d’emergenza per la ricerca dei congiunti e la linea antiterrorismo, per segnalazioni da parte di chi avesse informazioni utili alle indagini. La premier inglese Theresa May ha parlato di un attentato ‘orribile’ ed ha sospeso la campagna elettorale per le elezioni politiche.

Tutti i principali partiti politici della Gran Bretagna hanno sospeso la campagna elettorale a seguito dell’esplosione. Jeremy Corbyn, leader del Partito laburista, ha detto di aver appena avuto un colloquio con il primo ministro Theresa May e concordato con lei la sospensione di comizi e iniziative pre-elettorali in viste delle politiche del 5 giugno. Anche il liberale Tim Farron ha cancellato una visita a Gibilterra. Posticipata a data da destinarsi la presentazione del manifesto elettorale del Partito nazionalista scozzese.

L’Unita’ di crisi della Farnesina e l’Ambasciata d’Italia a Londra sono in stretto contatto con le autorita’ inglesi per verificare l’eventuale presenza di italiani e prestare ogni possibile assistenza ai connazionali presenti nel Regno Unito in relazione all’esplosione avvenuta a Manchester questa notte.

IN RETE VIDEO PANICO DOPO ESPLOSIONE

Giovani che urlano spaventati all’interno della Manchester Arena pochi istanti dopo l’esplosione di ieri sera: si riconoscono nei video amatoriali, realizzati con smartphone o telefonini, gia’ diffusi sui social network e su internet. In un filmato si sente anche il rumore dell’esplosione. Visibile pure, all’esterno della Manchester Arena, un bagliore improvviso.





ARIANA GRANDE: “SONO DISTRUTTA”

Distrutta. Ferita nel profondo del cuore. Non ho parole“. Ariana Grande lo scrive su twitter quando sono da poco passate le tre della notte. A quel punto e’ ormai chiaro che l’attentato che ha provocato 19 morti e oltre 50 feriti al termine del suo concerto e’ di matrice terroristica. Idolo dei teenager, Grande a Manchester ha appena concluso la tappa del suo “The Dangerous woman tour“. Divenuta famosa grazie al ruolo di Cat Valentine nelle sit-com di Nickelodeon Victorious e Sam & Cat, la ventitreenne statunitense e’ diventata in poco tempo una delle cantanti di maggior successo della scena pop. Il 28 aprile 2014 viene pubblicato Problem, singolo apripista del suo secondo album in studio, My Everything. L’album vende oltre 4.5 milioni di copie in tutto il mondo, diventando il più grande successo della cantante. Nel 2015 pubblica su iTunes il brano E più ti penso, in cui duetta con il tenore lirico Andrea Bocelli cantando in lingua italiana.

La cantante alterna la passione per la musica alle iniziative di beneficenza. Fin dall’età di 10 anni, quando fonda Kids Who Care, in Florida del Sud, con il quale raccoglie piu’ di 500.000 dollari solo nel 2007. Nell’estate del 2009, come membro della organizzazione a scopo caritatevole Broadway in South Africa, Grande ha intrattenuto e insegnato a ballare e cantare ai bambini in Gugulethu, in Sudafrica, insieme a suo fratello Frankie.

di Alfonso Raimo e Vincenzo Giardina, giornalisti professionisti

23 maggio 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»