Movimento casa a Comune: "Fuori i soldi, date il 'tesoretto' a sfrattati" - DIRE.it

Toscana

Movimento casa a Comune: “Fuori i soldi, date il ‘tesoretto’ a sfrattati”

casa_firenze

FIRENZE – “Fuori i soldi“. Uno slogan, quello del presidio del Movimento lotta della casa sotto palazzo Medici Riccardi, mentre si sta riunendo il Consiglio comunale; e un titolo, quello della manifestazione in programma sabato prossimo a Firenze che da San Lorenzo raggiungerà Palazzo Vecchio. Il punto è che il Comune di Firenze si è ritrovato nel 2016 ad avere 40 milioni di avanzo sul bilancio 2015. Quello che è stato definito un ‘tesoretto‘ è, sottolineano i leader del Movimento, invece “un insulto, un’offesa rivolta a tutti quei cittadini che si sono visti negare risorse e devono far fonte ad uno sfratto“.

Questo avanzo, continuano, “si è accumulato tagliando la spesa sociale. Prima che queste risorse aggiuntive siano utilizzate per costruire nuove opportunità di impresa, come ha detto l’assessore al Bilancio Lorenzo Perra illustrando quella che è l’ennesima ridistribuzione verso l’altro della ricchezza, noi chiediamo che questi soldi siano utilizzati per i cittadini stritolati dalla crisi economica e sotto sfratto“. E qui il Movimento lotta per la casa dà i numeri che hanno “confermato Firenze come la capitale degli sfratti: nel 2015 sono state oltre 700 le esecuzioni. Guardando da qui ai prossimi 5 anni, si possono già prevedere 5.000 sfratti”.

23 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»