Europa

Mattarella: “Inestimabile l’eredità politica e morale di Spinelli”

Sergio MattarellaROMA  – Trent’anni fa moriva Altiero Spinelli, uno dei ‘padri’ dell’Europa unita. Lo ha ricordato oggi il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

“Il ricordo di Altiero Spinelli del quale oggi ricorre il trentesimo anniversario della scomparsa, rappresenta una continua fonte di ispirazione per tutti noi, cittadini europei. La sua anticipatrice riflessione al ritorno dal confino divenne, grazie ad un’azione appassionata lungimirante e infaticabile il sogno di tanti“, ha detto Mattarella.

“Unito al solco tracciato da Monnet e Schuman- prosegue-, il suo contributo infaticabile, non ultimo all’interno del Parlamento Europeo, ha tracciato un percorso imprescindibile per tutti coloro desiderosi di costruire un avvenire ispirato a principi di progresso per l’umanità. Una visione che seppe infondere ad un continente straziato dalla guerra e dalle dittature la forza per risorgere e per riconquistare pace, libertà e diritti”. “La lezione di Spinelli, in questa fase così delicata per la nostra unione- dice ancora Mattarella-, costituisce un’eredità politica e morale inestimabile, che siamo tenuti a coltivare e a far conoscere alle nuove generazioni con lo stesso appassionato impegno che sempre animò la sua testimonianza”.

23 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»