A Roma dal 13 giugno torna l’Isola del Cinema

In apertura della XXV edizione omaggio al grande maestro Sergio Leone in occasione della ricorrenza dei 90 anni dalla sua nascita
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Torna in grande stile, a Roma, l’estate di cinema e cultura sull’Isola Tiberina con la XXV edizione del Festival cinematografico L’Isola del Cinema, che dal 13 giugno all’1 settembre presenta un programma ancora più ricco di novità. Anteprime, concorsi, premi, masterclass, incontri con registi e attori, saranno alcuni tra gli appuntamenti di punta del noto evento, che proseguirà durante tutta l’estate per oltre 80 serate. Per la XXV edizione, l’isola di pietra a forma di nave avrà tre nuovi compagni di viaggio: innovazione, ambiente e turismo.

Dai grandi classici ai nuovi registi emergenti

L’Isola del Cinema, sempre attenta alle innovazioni e alle nuove tecnologie, propone infatti un’offerta cinematografica e culturale ancora più ampia e coinvolgente: dai grandi classici ai nuovi registi emergenti, dai film d’autore all’esperienza del cinema immersivo.

Particolare attenzione al cinema internazionale

La vocazione de L’Isola è anche quella di esprimere la sua multiculturalità; particolare attenzione, quindi, al cinema internazionale, attraverso un ricco calendario di appuntamenti. Isola Mondo è una sezione realizzata in collaborazione con Ambasciate e Istituti di Cultura, un modo per scoprire il cinema degli altri paesi con uno spirito vivace e appassionante. Come luogo d’incontro tra le varie arti e culture, nella programmazione de L’Isola del Cinema troveranno spazio anche appuntamenti di musica, letteratura, fotografia e poesia.

L’omaggio a Sergio Leone

In apertura della XXV edizione de L’Isola del Cinema, che si avvale del Patrocinio dell’Unesco, l’evento dedicherà un omaggio al grande Maestro Sergio Leone e al suo cinema, in occasione della ricorrenza dei 90 anni dalla sua nascita, confermandosi come elegante salotto di cinema tra i marmi del dio Esculapio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

23 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»