Ostia, Zannola (Pd): "Punire i colpevoli degli abusi e restituire il mare a Roma" - DIRE.it

Lazio

Ostia, Zannola (Pd): “Punire i colpevoli degli abusi e restituire il mare a Roma”

mare_estate_ostia

ROMA – “Le revoche della gran parte delle concessioni dei lidi di Ostia, alla vigilia dell’apertura della stagione estiva, sono uno schiaffo alla legalita’ e allo sforzo compiuto da una comunita’ per tornare a fruire liberamente e in conformita’ delle leggi di un bene pubblico. Il lavoro del commissario straordinario del Municipio X, Domenico Vulpiani e le scoperte sul campo degli uomini della Polizia locale ci restituiscono una fotografia disarmante: ristoranti, palestre e piscine costruite sulla spiaggia, concessioni rivendute o cedute a terzi e infiltrazioni dirette dei clan piu’ titolati e pericolosi del litorale. Questa situazione non deve essere piu’ tollerata”. Lo afferma in una nota il candidato del Partito democratico al Consiglio comunale di Roma, Giovanni Zannola.

Secondo Zannola “occorre punire con severita’, e mi auguro che magistratura e forze dell’ordine agiscano celermente nei confronti di chi si e’ reso responsabile dello scempio del mare di Roma e ha trasformato, negli anni, un bene appartenente alla comunita’ in uno spazio privato e fuorilegge. Non bisogna dimenticare pero’ l’importanza di creare e legare, accanto ad un percorso di legalita’, il ripristino e il diritto fondamentale della fruizione del mare da parte dei cittadini. Senza questa seconda fase- conclude il candidato dem- sarebbe davvero una sconfitta per tutti quelli che credono e agiscono nella legalita’”.

23 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»