Camere. M5s, Fi e Pd voteranno scheda bianca

ROMA – Dopo l’intesa saltata ieri tra centrodestra e M5s, in cui era prevista l’elezione di Roberto Fico a capo dei deputati e Paolo Romani dei senatori, i gruppi parlamentari si riuniscono per cercare di sbloccare la situazione. Missione piuttosto difficile viste le premesse:  il M5s, Pd e Lega nei primi due scrutini hanno dichiarato che voteranno scheda bianca.

DI MAIO: “NO GIOCHI PARTITI, OGGI VOTIAMO SCHEDA BIANCA”

“Negli scrutini di oggi voteremo scheda bianca perché per il bene delle persone che vogliamo candidare alle presidenze non possiamo esporle ai giochi dei partiti finché non sarà chiaro il metodo con cui si vuole procedere. Nei prossimi giorni sapremo se per le altre forze politiche la volontà popolare conta ancora qualcosa oppure no”. Cosi’ Luigi Di Maio sul blog delle stelle.

FI E FDI VOTANO SCHEDA BIANCA, ANCHE LA LEGA D’ACCORDO

Il centrodestra unito si appresta a votare scheda bianca alla Camera. In Transatlantico lo confermano sia Renato Brunetta che Giorgia Meloni mentre i leghisti interpellati spiegano di non aver ancora ricevuto la comunicazione ma che il gruppo andrà comunque il quella direzione.

MARTINA: “STALLO CONCLAMATO, OGGI SCHEDA BIANCA”

“La riunione di ieri sera ha confermato ciò che avevamo già previsto: ci troviamo in una fase di empasse determinata dal centrodestra e dal M5S. Il metodo di lavoro che hanno condotto fin qui è chiaramente insufficiente vista la delicatezza di questo passaggio. Hanno deciso di giocare diverse parti in commedia. Nessuno di loro si assume una responsabilità piena e invece gioca sui tatticismi. Così il groviglio anziché districarsi si complica. Dobbiamo riconoscere che lo stallo dell’iniziativa è conclamato. Il Pd vuole garantire a camera e senato figure di garanzia e di livello. Mi sembra che le altre forze non abbiano colto l’importanza delle scelte che siamo chiamati a fare. Noi voteremo scheda bianca“. Cosi’ Maurizio Martina, segretario reggente del Pd, ai gruppi parlamentari.

23 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»