San Marino

Una donna nella Guardia del Consiglio, venerdì la Festa delle milizie

San_Marino

SAN MARINO – Dopo 276 anni di storia, è “fiocco rosa” per il corpo della Guardia del Consiglio Grande e Generale. Per la prima volta infatti, una donna entrerà a far parte del corpo militare che vigila su Palazzo Pubblico. Venerdì, in occasione del 110° Anniversario dell’Arengo del 1906, giorno in cui si celebra anche, come da tradizione, la Festa delle Milizie sammarinesi, avverrà il giuramento dei nuovi arruolati dei corpi militari del Titano. Una nota del comando delle Milizie spiega nei dettagli il programma della giornata che si aprirà alle 9 di mattina, con la cerimonia dell’Alza bandiera a Palazzo Pubblico, cui farà seguito, all’Ara dei volontari, il passaggio in rassegna dei Corpi Militari da parte del Comando Superiore. Dopo la tradizionale cerimonia liturgica nella Basilica del Santo, in onore ai commilitoni defunti, le divise si schiereranno sulla Piazza della Libertà, poi gli interventi delle autorità militari e di governo e il giuramento delle new entry.

Dopo la consegna delle medaglie di anzianità e fedeltà militare da parte dei Capitani Reggenti, la cerimonia si concluderà con l’Ammaina bandiera e, tempo permettendo, con una sfilata dei corpi militari lungo le vie della Città. Per il Comando superiore delle milizia infine merita “particolare menzione” l’ingresso della prima recluta donna nella Guardia del Consiglio Grande e Generale, l’unico corpi militare in cui le donne erano, finora, assenti. “Il Comandante superiore delle Milizie- conclude la nota- per sottolineare la soddisfazione del Congresso militare per questo avvenimento, nel corso di una semplice cerimonia, che avrà luogo nel quartiere delle Milizie, consegnerà simbolicamente la sciabola alla nuova milite“.

23 marzo 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»