TG-Lazio

Cortei a rischio infiltrati, Roma si blinda; presa la ‘banda delle colf’; arriva Burian, temperature in picchiata

DOMANI CORTEI A RISCHIO INFILTRATI, ROMA SI BLINDA

Dopo i giorni di tensione a Torino, Palermo e Bologna, Roma domani si blinda per i due cortei e le due manifestazioni in programma. Previste almeno 35mila persone, con il rischio infiltrati tra i gruppi antagonisti. A garantire la sicurezza ci saranno 3.500 agenti. Nel dettaglio: il comitato ‘Mai piu’ fascismo’ dalle 13 alle 17 sfilera’ da piazza della Repubblica a piazza del Popolo. Qui sono attese circa 20.000 persone. L’altro corteo, indetto dai Cobas contro il Jobs Act, partira’ dalle 14 da piazza Esquilino per raggiungere piazza Madonna di Loreto. Previste 4.500 persone, si temono infiltrati. In piazza di Porta San Giovanni dalle 14 circa 10.000 No Vax protesteranno contro l’obbligo dei vaccini. Al CIE di Ponte Galeria gruppi antagonisti manifesteranno contro la normativa vigente in materia di immigrazione. Previsti controlli rigorosi ai caselli autostradali, sulle vie consolari interessate e la videosorveglianza grazie all’impiego di droni.

PRESA ‘BANDA DELLE COLF’, 9 ARRESTI PER TRAFFICO INTERNAZIONALE DROGA

Nove cittadini filippini, tra collaboratori domestici di professionisti e imprenditori, sono stati arrestati dai Carabinieri di Roma Trionfale con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti e spaccio. L’indagine, avviata a marzo 2016, ha già portato all’arresto di altre 6 persone e al recupero di più di due chili di shaboo, la metanfetamina fino a 10 volte più potente della cocaina, che avrebbero fruttato più di un milione di euro. I Carabinieri hanno ricostruito l’organigramma dell’associazione criminale, dal piccolo pusher nella Capitale fino al cartello nelle Filippine che inviava la droga in Italia con voli di linea dentro confezioni di carne in scatola. A guidare la frangia romana, una donna filippina di 52 anni.

DA DOMENICA ARRIVA ‘BURIAN’, ROMA FINO A 3 GRADI SOTTO ZERO

Fine settimana all’insegna del maltempo a Roma, prima dell’arrivo nella Capitale del Burian, l’ondata di gelo russo previsto dalla sera di domenica. Il freddo intenso a partire da lunedì porterà le temperature fino a tre gradi sotto zero e forse anche qualche fiocco di neve sui tetti di Roma. Motivo per cui la sindaca Virginia Raggi, ha allertato oggi tutti gli uffici competenti (Protezione civile, Polizia locale di Roma) per predisporre le misure del caso in vista di un’eventuale emergenza neve. E’ dello scorso dicembre l’ordinanza della Raggi per garantire una serie di interventi finalizzati ad evitare disagi ai cittadini.

“PIÙ TURISMO, MENO MIGRANTI”, FA DISCUTERE POST LOMBARDI

Fa discutere il post di Roberta Lombardi in cui la candidata alla presidenza della Regione per il M5S afferma che per il Lazio occorre “accogliere più turismo, che rilancia l’economia locale, e meno migranti, che invece pesano sull’economia locale”. Secondo la presidente della Camera Laura Boldrini le parole della Lombardi esprimono “grettezza e mancanza di visione che mira solo a dividere e contrapporre”. Critico anche il pentastellato Roberto Fico: “Il volantino della Lombardi non lo condivido- ha detto- la situazione migranti non e’ assolutamente paragonabile o non si puo’ mettere insieme al turismo”. Intanto il candidato del centrodestra Stefano Parisi ha presentato il suo programma: si va dalla richiesta di autonomia, come hanno fatto Lombardia e Veneto, ad un piano di investimenti per infrastrutture come la Roma-Latina e un nuovo collegamento tra Roma e Viterbo. E poi la riduzione delle addizionali Irpef e Irap, lotta all’abusivismo commerciale e chiusura del ciclo dei rifiuti in sei mesi utilizzando gli impianti esistenti.

23 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»