Peste suina, a Nuoro abbattuti 139 maiali

CAGLIARI – Proseguono in Sardegna gli abbattimenti di maiali allo stato brado, nell’ambito della battaglia alla peste suina. Ieri, a Nuoro, sono stati abbattuti 139 animali allo stato brado illegale, in due diverse operazioni, di ignota proprietà o detenuti senza registrazione all’anagrafe e senza i dovuti controlli sanitari. A comunicarlo l’Unità di progetto per l’eradicazione della malattia, sottolineando come i depopolamenti siano stati effettuati dopo i controlli promossi sul territorio dall’Udp, in collaborazione con la Prefettura e la Questura di Nuoro. Il primo intervento si è tenuto nelle campagne in prossimità della frazione nuorese di Lollove dove sono stati abbattuti 50 suini non registrati e al pascolo brado illegale, individuati all’interno di una proprietà privata.

Il secondo depopolamento, conclusosi ieri sera, in località Nurvoli, ai confini fra l’agro di Nuoro e quelli di Orgosolo e Oliena, ha portato al sequestro e poi all’abbattimento di 89 maiali. All’interno di un’azienda zootecnica è stato individuato il branco che è risultato non registrato e quindi non sottoposto ai dovuti controlli sanitari. Si è quindi proceduto al sequestro cautelativo degli animali, al censimento, all’identificazione provvisoria e al prelievo ematico. I campioni di sangue sono stati quindi inviati ai laboratori dell’Istituto zooprofilattico sperimentale di Sassari. Poche ore dopo i risultati sulla psa: positività sierologica di 10 campioni su 30.

A questo punto, così come previsto dalla norma, il personale dell’Udp ha effettuato l’abbattimento di tutti i capi. Effettuati gli ultimi campionamenti per i controlli sulla presenza della Trichinella gli animali sono stati smaltiti secondo le direttive igienico sanitarie. L’abbattimento è stato eseguito dopo l’ordinanza firmata dal sindaco di Nuoro, Andrea Soddu. Al detentore dei suini, fa sapere la Regione, verrà contestato l’illecito amministrativo, con una sanzione da 10.000 euro, per violazione del decreto legislativo 200/2010 sulla mancata registrazione all’anagrafe zootecnica nazionale e all’identificazione degli animali.

23 Feb 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»