AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE CINEMA

Notte degli Oscar, quarta statuetta per la costumista italiana Milena Canonero

milena canoneroROMA  – La notte degli Oscar ha premiato con la quarta statuetta la costumista italiana Milena Canonero. Grazie al suo lavoro per il film di Wes Andeson ‘Grand Budapest hotel’ si è aggiudicata un Academy Award nella categoria ‘Migliori costumi’ (Best Costume Design).
Per Canonero, 69 anni, è il coronamento di una carriera strepitosa, iniziata con un capolavoro del cinema contemporaneo. Fu lei a vestire Alex e i suoi drughi in  ‘Arancia meccanica’ e a dotarli di bombetta e bastone. Dopo il successo del 1971 continua la collaborazione con Stanley Kubrick, ed è con il suo ‘Barry Lyndon’ che arriva il primo premio Oscar. Era il 1976. Ne seguiranno altri due, per ‘Momenti di gloria’ e ‘Marie Antoinette’, fino al quarto, quello di ieri sera.

Per Canonero sono arrivate anche le congratulazioni del presidente del Consiglio Matteo Renzi

Tutti gli Oscar del 2015

– Miglior film: Birdman di Alejandro González Iñárritu

– Miglior attrice protagonista: Julianne Moore per Still Alice

– Miglior attore protagonista: Eddie Redmayne per The Theory of Everything

– Miglior regia: Alejandro Gonzalez Inarritu per Birdman

– Miglior sceneggiatura non originale: Graham Moore per The Imitation Game

– Miglior sceneggiatura originale: Alejandro G. Iñárritu, Nicolás Giacobone, Alexander Dinelaris Jr. e Armando Bo per Birdman

– Miglior colonna sonora: Alexandre Desplat per il film Grand Budapest Hotel

– Miglior canzone: Glory di John Stephens e Lonnie Lynn nel film Selma

– Miglior documentario: CitizenFour di Laura Poitras, Mathilde Bonnefoy e Dirk Wilutzky

– Miglior montaggio: Tom Cross per Whiplash

– Miglior fotografia: Emmanuel Lubezki per  Birdman

– Miglior scenografia: Adam Stockhausen e Anna Pinnock per Grand Budapest Hotel

– Miglior film d’animazione: Don Hall e Chris Williams per Big Hero 6

– Miglior cortometraggio d’animazione: Feast di Patrick Osborne

– Migliori effetti speciali: Paul Franklin, Andrew Lockley, Ian Hunter e Scott Fisher per Interstellar

– Miglior attrice non protagonista: Patricia Arquette per Boyhood

– Miglior sonoro: Alan Robert Murray e Bub Asman per American Sniper

– Miglior montaggio: Craig Mann, Ben Wilkins e Thomas Curley per Whiplash

-Miglior corto documentario: Crisis Hotline: Veterans Press 1 di Ellen Goosenberg Kent e Dana Perry

– Miglior corto: The Phone Call di Mat Kirkby e James Lucas

– Miglior film straniero: è il film polacco Ida diretto da Pawel Pawlikowski

– Miglior trucco: Frances Hannon e Mark Coulier per Gran Budapest Hotel

– Migliori costumi: l’italiana Milena Canonero per Grand Budapest Hotel

– Miglior attore non protagonista: J.K. Simmons per Whiplash

23 febbraio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988