Bassetti (Cei): “No alla xenofobia”, Salvini: “Sono i migranti irregolari che fanno nascere paure incontrollate”

ROMA – No alla paura, sì a un atteggiamento di comprensione e compassione. Lo ha detto ieri il Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei. Bassetti ha spronato a reagire a “una ‘cultura della paura’ che, seppur in taluni casi comprensibile, non può mai tramutarsi in xenofobia o addirittura evocare discorsi sulla razza che pensavamo fossero sepolti definitivamente”. 

Gli risponde oggi, dalle pagine de ‘La Repubblica’, il leader leghista Matteo Salvini. E lo fa attaccando i migranti: “Sono loro che fanno nascere paure incontrollate”, dice. 

Salvini spiega di aver chiesto un incontro a Monsignor Bassetti “per spiegargli le reali posizioni della Lega”.

“Spiegherò a Monsignor Bassetti come la Lega sia l’unico antidoto al razzismo”, rincara. E su Attilio Fontana, candidato in Regione Lombardia che parla di ‘razza bianca’, Salvini commenta: “Noi siamo preoccupati per la scomparsa di una cultura. Fate due passi per Milano o per Roma…”.

23 gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»