AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE welfare

Unioni civili, #SvegliaItalia: in 100 città italiane esplodono le sveglie dei diritti civili – VIDEO e FOTO

FOTO 18ROMA – #Svegliaitalia!!! Alle 15.40, in piazza del Pantheon a Roma, nel flash mob in contemporanea in quasi 100 città italiane, ‘esplodono’ le sveglie dei diritti civili. Centinaia e centinaia di persone, non solo omosessuali, ma tanti etero, hanno fatto sentire il trillo degli orologi sincronizzati alla stessa ora per chiedere parità di diritti per le famiglie arcobaleno. Giovani, adulti, ragazzi, bambini e anziani. Gente di tutte le età per urlare, a pochi passi dal parlamento, di fare in fretta con il ddl Cirinnà sulle unioni civili e senza mediazioni sulla stepchild adoption, che penalizzerebbe la possibilità di adozioni.

Bandiere, cartelli. E poi tanti striscioni con su scritto #svegliaitalia, o frasi del tipo “Si’, lo voglio”, “No mediazioni”, “i diritti sono di tutti”, “i diritti non sono capricci”. C’è anche una sagoma del premier Matteo Renzi con la frase “Sposaci!”. E poi tante sveglie colorate, reali o disegnate, e tantissimi maglie, sciarpe, cappelli, bandiere dei colori dell’arcobaleno.

Assieme alle associazioni lesbiche, gay, trans e bisex della Capitale c’erano anche parlamentari della sinistra e del Pd. Tra gli altri, Matteo Orfini, Stefano Fassina, Loredana De Petris. Ex parlamentari come Paolo Ferrero. Per il governo Benedetto della Vedova, uno dei primi ad arrivare. Sono per la precisione 98 le città che hanno risposto all’appello lanciato da Arcigay, ArciLesbica, Agedo, Famiglie Arcobaleno e Mit e che oggi, in diversi orari quasi tutti pomeridiani, danno vita alla manifestazione per le coppie gay e le loro famiglie.

A Roma la manifestazione in piazza della Rotonda, davanti al Pantheon, è stata organizzata da Arcigay, Arcilesbica, Agedo, Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, Famiglie Arcobaleno e Gay Center.

di Maria Carmela Fiumanò – giornalista professionista

23 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988