Auguri a Piero Angela, compie 90 anni

Divulgatore scientifico, scrittore e giornalista è stato per generazioni di italiani simbolo di cultura e spirito di ricerca.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Auguri a Piero Angela che oggi, 22 dicembre, compie 90 anni. Divulgatore scientifico, scrittore, giornalista, amante del jazz e ottimo pianista, Angela è stato per generazioni di italiani simbolo di cultura e spirito di ricerca. Con i suoi programmi televisivi, da Quark a SuperQuark, ha fatto viaggiare milioni di telespettatori nel tempo e nello spazio contribuendo alla loro formazione scientifica. E proprio “Quark”, lanciato ad inizio anni ’80, è stata la prima trasmissione televisiva di divulgazione scientifica rivolta ad un pubblico generalista. 

Cosa significa “Quark”, lo ha spiegato lo stesso Angela: “Il titolo Quark è un po’ curioso e lo abbiamo preso a prestito dalla fisica, dove molti studi sono in corso su certe ipotetiche particelle subnucleari chiamate appunto quaks, che sarebbero i più piccoli mattoni della materia finora conosciuti. È quindi un po’ un andare dentro le cose”.

Voce pacata e umorismo delicato, Angela ha saputo entrare nelle case degli italiani con passo felpato conquistandosi il favore del grande pubblico. Il suo testimone è stato ereditato dal figlio Alberto, il cui seguito è stato (ed è) se possibile ancora più grande. Amato e seguito da un pubblico fedele Alberto Angela è diventato un vero e proprio sex symbol.

La vita di Piero Angela

Piero Angela nasce a Torino nel 1928 da Maria Luigia e dello psichiatra Carlo, che durante le persecuzioni razziali nascose nella clinica che dirigeva ebrei, uomini e donne anche perseguitati. Amante della musica, inizia da piccolo a prendere lezioni di pianoforte e sviluppa una passione per il jazz. Tra la fine degli anni 40 e l’inizio degli anni ’50 si esibisce insieme ad un trio in numerosi locali, fin quando nel 1952 abbandona la musica per dedicarsi alla carriera giornalistica.

Con l’avvento della tv inizia la sua carriera di inviato a Parigi e Bruxelles (dal 1955 al 1968) che lo porterà poco dopo, insieme a Andrea Barbato, a diventare il primo conduttore del TeleGiornale Nazionale e nel 1976 è il primo conduttore del TG2. Negli anni ’70 inizia la sua opera di divulgazione scientifica attraverso programmi televisivi come ‘Destinazione uomo’. Nel 1980 nasce ‘Quark’ da cui nasceranno i successivi spin-off ‘SuperQuark’, ‘Il Mondo di Quark’, etc.  Piero Angela ha ricevuto otto laureee honoris causa l’ultima delle quelai, in “Scienza e tecnologia dei materiali”, gli è stata conferita dall’ Università degli Studi di Roma Torvergata.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

22 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»