Sfogo Merola contro inchieste: "Troppe accuse infondate, tutti assolti" - DIRE.it

Emilia Romagna

Sfogo Merola contro inchieste: “Troppe accuse infondate, tutti assolti”

ROMA – Un nuovo attestato di stima per il vicepresidente del Consiglio comunale, il 5 stelle Marco Piazza, indagato nell’inchiesta sulle presunte firme false alle ultime elezioni regionali. E più in generale una difesa a spada tratta di tutti i consiglieri comunali e i dirigenti di Palazzo D’Accursio. Perchè “in questo 2016 abbiamo assistito a troppe affermazioni infondate sui nostri consiglieri e sui nostri dirigenti, che sono stati tutti assolti“.

E’ uno sfogo in piena regola quello del sindaco di Bologna, Virginio Merola, che dopo l’approvazione del bilancio oggi in aula scarica un po’ della tensione accumulata nell’ultimo anno. Il riferimento è alle varie inchieste che si sono intrecciate con i lavori di Palazzo D’Accursio, molte finite con l’archiviazione: il sindaco era finito nel registro degli indagati per aver riallacciato l’acqua agli occupanti di via De’ Maria, per il mancato sgombero di Atlantide e per l’occupazione in via mura di Porta Galliera.

22 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»