Tg Politico, edizione del 22 novembre 2018 - DIRE.it

Tg Politico, edizione del 22 novembre 2018

IL GOVERNO ALL’EUROPA: GLI ITALIANI NON SONO ACCATTONI

Nessuna manovra correttiva. Nessuna modifica ai saldi del deficit. Il governo risponde alla Commissione europea attraverso il vicepremier Luigi Di Maio che invita l’Europa a non chiedere di tradire gli italiani. Il vicepremier apre a una collaborazione sul tema della spesa pubblica. Quanto alla procedura d’infrazione, Di Maio assicura che andra’ discussa. Matteo Salvini si rivolge direttamente a Moscovici: “Basta insulti- dice- gli italiani non sono accattoni. E a Moscovici pagano lo stipendio”.

MARTINA SI CANDIDA, SETTE IN CORSA PER IL CONGRESSO

E tre. Con Maurizio Martina diventano tre gli sfidanti al congresso del Pd. O meglio: Martina, Marco Minniti e Nicola Zingaretti sono i competitor con maggiori chance in partenza. Ma alla sfida per le primarie correranno anche Matteo Richetti, Francesco Boccia, Cesare Damiano e Dario Corallo. Un rodeo per sette concorrenti. “Ci candidiamo per portare nel Pd una squadra di persone che hanno voglia di lavorare insieme”, ha detto l’ex segretario.

BOSCHI: CON CONTE DIRITTI DELLE DONNE SPARITI DALL’AGENDA

Con il governo Conte sono spariti dall’agenda della politica i diritti delle donne. Maria Elena Boschi in un’intervista alla Dire punta il dito contro le politiche per le pari opportunita’ dell’esecutivo. A partire dalle risorse stanziate in legge di bilancio. 


MANOVRA. LE REGIONI CHIEDONO CHIAREZZA SUI FONDI SANITA’

Servono risorse certe per la sanità del 2019. Le regioni incalzano il governo a chiarire l’entità del fondo sanitario, perchè, avvertono i governatori, si rischia una riduzione invece del promesso aumento. Il presidente della conferenza delle regioni Stefano Bonaccini incassa intanto un tavolo tecnico al Mef dal sottosegretario Massimo Garavaglia. Una proposta definita dal governatore emiliano “di buon auspicio”, visto che ad oggi non si hanno risposte dal ministro della Salute.

Condividi l’articolo:

Guarda anche:

22 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»