Lazio

Dal Comune di Roma in arrivo 1,5 milioni di euro per la pineta di Castel Fusano

ROMA – “Stamattina ho firmato l’ordinanza per la riapertura dei tratti interessati dalle opere di riduzione del rischio nella pineta di Castel Fusano. Man mano che procedono i lavori di intervento procediamo alla riapertura: con questa ordinanza riaprono via Cristoforo Colombo nel tratto da via del Circuito a via di Villa Plinio e la stessa via di Villa Plinio”. Lo ha annunciato l’assessore capitolino alla Sostenibilità ambientale, Pinuccia Montanari, durante la sua audizione di stamattina in commissione Trasparenza di Roma Capitale, presieduta da Marco Palumbo (Pd), in merito alle problematiche relative alla pineta di Ostia.

PER CASTEL FUSANO TELECAMERE H24 E TASK FORCE CON FORESTALE

Per evitare nuovi episodi incendiari, soprattutto in vista della prossima estate, è in arrivo per la Riserva del litorale l’incremento del sistema di videosorveglianza.

“È in corso la valutazione tecnica per un bando per l’installazione di altre telecamere h24 tramite i fondi dedicati del ministero”, ha fatto sapere l’assessore – oltre a una task force interforze.

“In 10-15 giorni rafforzeremo la presenza nella pineta grazie a un protocollo d’intesa con i Carabinieri Forestali che coinvolgerà anche il ministero dell’Ambiente e il Comune di Fiumicino, per interventi di bonifica, messa in sicurezza e attività di prevenzione incendi. Inoltre stiamo progettando all’interno del Servizio giardini una task force da destinare alla prevenzione della pineta”. In totale i fondi di Roma Capitale per gli interventi nella pineta, ha detto Montanari, “sono intorno ai 500mila euro, li stanzieremo nel bilancio 2018 e saranno di supporto a quelli già esistenti che sono 1 milione tra fondi vincolati non spesi negli ultimi cinque anni più quelli stanziati quest’anno sempre dal ministero dell’Ambiente. Il totale è quindi di 1,5 milioni di euro”.

“BONIFICHE E ABBATTIMENTI PER METTERE IN SICUREZZA PINETA”

Come ha spiegato l’assessore, da questa estate a oggi “sono state effettuate attività importanti di bonifica, il compito prioritario in questi mesi, con l’abbattimento delle piante compromesse dal punto di vista vegetativo o a livello di stabilità dopo aver fatto analisi accurate, la potatura delle piante toccate dall’incendio, l’eliminazione degli arbusti incendiati e opere di manutenzione straordinaria a via di Villa Plinio per l’allargamento della visuale della carreggiata, oltre alla pulizia delle aree interessate dall’incendio e alla mitigazione del rischio nelle zone frequentate dai visitatori”.

Adesso, ha sottolineato Montanari, “valutiamo insieme all’ufficio capitolino competente per la pineta di Castel Fusano come intervenire, ci sono essenzialmente due strade: lasciare la situazione come è affinché la natura si rinvigorisca o intervenire con ripiantumazioni anche sperimentali per ripristinare la biodiversità del luogo. Mi sono confrontata con esperti per poter avere una visione a lungo termine della pineta, che è un luogo straordinario. Sarà l’ufficio competente a decidere quale strada intraprendere, noi intanto proseguiremo con la messa in sicurezza”.

IL DIPARTIMENTO: CONVENZIONE CON AMA PER ELIMINARE DISCARICHE ABUSIVE

Ieri, poi, come hanno spiegato i tecnici del dipartimento Ambiente, “è stata firmata la convenzione con Ama per procedere alla bonifica ambientale dei siti della riserva. Nei prossimi giorni partiranno gli interventi di pulizia per le discariche abusive che si sviluppano nella zona”.

In merito alle risorse, hanno chiarito dal dipartimento, “sono quelle reperite dagli anni precedenti perché non sono state spese e che il ministero dell’Ambiente ci invia anno per anno: ammontano a circa 300mila euro annui e devono servire per l’intera gestione della Riserva del Litorale, che è molto più vasta nei suoi confini. Una parte cospicua di quei fondi, pari a circa 100mila euro annui, viene destinata alla pineta di Castel Fusano”.

LEGGI ANCHE

Roma, sì all’esercito per la pineta di Castel Fusano. Raggi: “Accolta nostra richiesta”

 

 

22 novembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»