Giubileo, Alfano: "I professionisti dell'ansia? Gli stessi di Expo" - DIRE.it

Politica

Giubileo, Alfano: “I professionisti dell’ansia? Gli stessi di Expo”

ROMA – Le forze dell’ordine impiegate a Roma per il Giubileo sono male equipaggiate, come denuncia qualche giornale? “Questi sono i professionisti dell’ansia che non vogliono farci stare bene, l’ansia è l’obiettivo che alcuni mezzi di informazione perseguono con grande pervicacia. È lo stesso che hanno fatto con Expo…“. Lo dice il ministro dell’Interno Angelino Alfano, ospite di SkyTg24.

angelino alfano

Gli italiani non abbiano “paura” ma continuino a “divertirsi”, a “cantare e ballare”, uscendo e andando ai concerti. E’ questo l’invito di Alfano, che offre il suo esempio: “Ieri sono stato al concerto di Tiziano Ferro a Roma, c’erano migliaia di ragazzi smanicati a cantare e ballare con grande voglia di divertirsi. Ho pensato come la nostra gioia di essere italiani è più forte della paura”. Per Alfano non c’è altra scelta, l’Italia non deve chiudere i locali come è successo in Belgio: “Che dovremmo fare? Non andare più ai concerti dopo il Bataclan? Ognuno ha a che fare con la propria intelligence, con i controlli e le forze dell’ordine. Ieri entrando ho salutato e ringraziato i nostri uomini della Polizia. L’afflusso era ordinato e sereno, c’era un grande presidio delle forze dell’ordine, ma tutto ciò non deve dare l’impressione che non possiamo frequentare i luoghi della nostra vita”.

22 novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»