Aborto, in Campidoglio centinaia di donne in protesta contro mozione Fdi

ROMA – Alcune centinaia di donne, chiamate a raccolta dal movimento ‘Non una di meno’, ha manifestato in piazza del Campidoglio, sotto palazzo Senatorio, contro una mozione all’ordine del giorno in Assemblea Capitolina, a firma Fdi, che sull’esempio di quanto approvato al Comune di Verona, secondo le manifestanti, “rappresenterebbe un duro attacco alla legge 194 e ai diritti delle donne”. “Abbiamo scoperto questa mozione di Fdi- ha spiegato Viola, una delle portavoci del movimento- presentata da Giorgia Meloni. È lo stesso testo che la Lega ha fatto approvare giorni fa nel comune di Verona a cui è seguita una grandissima mobilitazione da parte tutte le donne e che ha portato in piazza centinaia di persone. Questa mozione va sostanzialmente a sostenere le associazioni e i centri pro-life a danno della legge 194 che per noi è fondamentale”.

“C’è certo bisogno di una riscrittura e di alcune modifiche alla legge- ha aggiunto- che però portino a un progresso rispetto alla libertà di scelta di autodeterminazione delle donne. Pensiamo invece che questa mozione vada in senso del tutto contrario, in più in un clima nel quale il senatore Pillon sta proponendo disegni di legge che vanno a colpire ulteriormente la legge 194 oltre che a minare il diritto di famiglia rispetto all’affidamento condiviso”.

Abbiamo già deciso nell’assemblea nazionale del 6 e 7 ottobre di ‘Non una di meno’– ha concluso la portavoce- che da questo autunno partirà lo stato di agitazione permanente, per cui faremo in modo che questi testi che vanno contro la libertà di autodeterminazione delle donne non passino in nessun modo”. In piazza anche Gianluca Peciola, storico esponente dei movimenti di sinistra romani. “Questa mozione è una vergogna- ha detto- il clima in questo Paese sta diventando pericoloso per le donne e per i diritti di tutti e tutte. Il Consiglio comunale deve dare un segnale forte nella direzione opposta a Verona e ai capoluoghi che stanno votando questa mozione”.

MANCA NUMERO LEGALE, CONSIGLIO COMUNALE RINVIATO A DOMANI

Dopo quattro appelli senza numero legale, è stata tolta la seduta odierna dell’Assemblea capitolina. All’ordine del giorno l’approvazione di alcuni Piani di zona, oltre che il voto sulla mozione a firma Fdi sul tema dell’aborto. Il presidente dell’Aula Giulio Cesare, Marcello De Vito, ha fissato l’assemblea per domani alle 14 in seconda convocazione.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

22 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»