AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE CULTURA

#GEP2017, la sera del 23 settembre musei statali a 1 euro

 ROMA – Il 23 e 24 settembre si celebrano le Giornate europee del Patrimonio, ideate dal Consiglio d’Europa e organizzate dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. Una festa della cultura, che si svolge dal 1991 in tutti i Paesi europei, finalizzata alla valorizzazione del patrimonio culturale degli Stati membri dell’Unione e alla riflessione sul valore della comune matrice identitaria. Per l’edizione di quest’anno è stato scelto un tema di forte attualità “Cultura e Natura”, con lo scopo di indagare il profondo legame tra uomo e ambiente  nel corso del tempo.

Saranno più di mille gli eventi in tutta Italia, che “uniranno simbolicamente i paesi europei all’insegna della cultura”, si legge in un comunicato stampa del ministero dei Beni culturali. All’iniziativa che ha riscosso negli anni sempre più successo hanno aderito anche luoghi della cultura non statali come comuni, gallerie, musei civici, fondazioni e associazioni private.

La sera del 23 settembre in occasione de le Giornate europee del Patrimonio i musei statali apriranno in via straordinaria al costo simbolico di 1 euro. Sul sito www.beniculturali.it si trovano tutte le informazioni, gli orari e l’elenco degli istituti coinvolti

Le Giornate europee del Patrimonio a Roma

Sabato 23 e domenica 24 settembre Roma Capitale, assessorato alla Crescita culturale-Sovrintendenza capitolina ai Beni culturali aderisce alle Giornate europee del Patrimonio #GEP2017, Oltre ai musei civici, il programma coinvolge siti archeologici e monumentali, ville storiche e parchi centrali o periferici, in una fitta serie di appuntamenti rivolti ad un pubblico di tutte le età.

Intorno al tema della manifestazione, “Cultura e Natura”, i visitatori saranno coinvolti attivamente, con visite guidate, incontri, conferenze, laboratori, concerti e momenti di gioco il più possibile all’aperto, in contesti naturali che faranno da cornice alla presentazione del ricchissimo patrimonio culturale. Una proposta per conoscere meglio Roma attraverso le aree verdi, la zoologia, fino alla paleontologia, e per riconoscere capolavori che fanno riferimento alla realtà naturale con personificazioni, simboli e allegorie pittoriche, scultoree, decorative non solo nelle sale museali, ma anche nei siti monumentali, per le strade, sui palazzi.

Dalle 10 di sabato 23 alla sera di domenica 24 settembre sarà proposta un’offerta ampia, diffusa nella città. Decine di appuntamenti in tanti e diversi luoghi tra cui Villa Borghese con i suoi musei, Villa Torlonia con la Casina delle Civette, il Museo di Roma, la Centrale Montemartini, il Museo dell’Ara Pacis, i Mercati di Traiano-Museo dei Fori Imperiali, il Museo delle Mura, la Galleria d’Arte Moderna, il Museo di Zoologia al Bioparco, il Parco della Caffarella, la Villa di Massenzio, oltre al Museo di Casal de’ Pazzi con l’area di Settecamini, e la Casina del Cardinal Bessarione.

Le visite, gli incontri e i laboratori sono condotti dai curatori archeologi e storici dell’arte della Sovrintendenza, con l’ausilio dei volontari del Servizio civile nazionale. Inoltre, collaborano: Associazione Myosotis, Associazione Culturale Quattro Sassi, Ente Parco dell’Appia Antica, Cesare Nissirio (direttore del Museo Parigino a Roma) e Patrizia Di Nola (Dipartimento Programmazione Attuazione Urbanistica). Nei Musei civici e sul territorio le visite sono gratuite con pagamento, ove previsto, del biglietto di ingresso secondo tariffazione vigente, eccetto che al Museo di Zoologia. Il calendario completo delle aperture e visite guidate www.museeincomuneroma.it. Ingressi contingentati, prenotazione obbligatoria. Tel. 060608 (tutti i giorni dalle 9 alle 19).

22 settembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988