AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Con Topolino arriva ‘Papertotti’ – Leggi l’intervista al fumettista

Paper TottiROMA – Anche Topolino ha deciso di omaggiare Francesco Totti: il giornalino edito da panini Comics, infatti, esce nelle edicole con un numero speciale dedicato al capitano dell’As Roma. Dopo il mondo dei trasporti, dunque, anche quello dei fumetti ha voluto celebrare Totti, in occasione del suo 39esimo compleanno. Ma come è nata l’idea di ‘Papertotti’? Per saperne di più l’agenzia Dire ha intervistato Marco Gervasio, l’autore del personaggio ‘paperizzato’ ispirato al campione giallorosso.

Topolino dedica un numero speciale a capitan Totti, con tre storie inedite a fumetti… “Si tratta di tre ‘tavole, con le quali noi in gergo indichiamo le pagine a fumetti autoconclusive, quindi ogni pagina è una storia a sé. Sono scritte e disegnate da me e raccontano tre momenti significativi legati alla carriera e alla vita di Francesco Totti. Nelle storie, in realtà, Papertotti non è raffigurato da adulto ma da bambino, ai tempi in cui lo stesso Paperino lo era, e si parla di quelli che erano i suoi sogni e le sue ambizioni da ragazzino. Nel numero che esce oggi in edicola, poi, c’è anche un articolo dedicato al capitano e scritto dalla redazione di Topolino, in cui gli vengono fatti gli auguri per il suo compleanno”.

Come è nata l’idea di dedicare un fumetto al numero 10 della Roma? “In realtà l’idea di un fumetto dedicato a Totti è nata diverso tempo fa: nel 2008, per la prima volta, Topolino uscì con una storia su Papertotti, in cui il capitano svelava il segreto del suo famoso ‘cucchiaio’. Dopo ne uscì un’altra, disegnata da me, in cui si assisteva ad un incontro tra la squadra del Paperopoli e quella di Topolinia, con da una parte Papertotti e dall’altra Gattoso (Rino Gattuso, ex campione del Milan, ndr). Ora Topolino ha deciso di riprendere questo personaggio, sia in occasione del suo compleanno sia in combinazione con il suo 300esimo gol, perché è molto amato. E non solo dai tifosi romanisti”.

Ma perché, tra tutti i calciatori, è stato scelto proprio Totti? “Principalmente perché è un campione positivo, un calciatore da prendere come punto di riferimento, non solo nello sport ma anche nella vita”.

E ai bambini che tifano la Lazio, nessuno ha pensato? “I bambini che tifano la Lazio penso che riconoscano comunque, al di là della squadra per cui Totti gioca, il fatto che lui sia un campione. Papertotti, poi, gioca in realtà nella squadra del Paperopoli e non è un giocatore né della Roma né della Lazio. Insomma, non prende ‘posizione’ su nessuna squadra specifica della serie A”.

Tu sei un tifoso della Roma? “Sì, sono molto tifoso della Roma!”.

Ti sei divertito a disegnare il fumetto di Totti? “Mi ha divertito tantissimo disegnare queste storie con l’alter ego del capitano. In passato ho anche avuto modo di incontrarlo: quando Topolino decise di dedicare la copertina a Papertotti con il pollice in bocca, esultante dopo aver segnato un gol, consegnai personalmente il mio disegno a Totti. Lo incontrai a Trigoria: io gli regalai il disegno e lui a me la sua maglia autografata”.

Immagino sia stato un onore, per te, essere chiamato a creare Papertotti… “È stato davvero un grande onore e un grande piacere”.

di Carlotta Di Santo – giornalista professionista

22 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram