Imprese, Sergio Silvestrini (Cna): “Tagliare tasse Pmi ora, serve per rilanciare lo sviluppo”

BOLOGNA – “Non ci innamoriamo delle parole e delle formule, noi vogliamo che calino le tasse per le imprese nel piu’ breve tempo possibile. Considerando i contributi, le imprese italiane registrano una pressione del 60% mentre i nostri agguerriti avversari tedeschi hanno 20 punti in meno da sostenere. Siamo la seconda manifattura in Europa, se vogliamo diventare la prima o mantenere la posizione e’ necessario procedere verso una drastica riduzione”. Parola di Sergio Silvestrini, segretario generale di Cna, che sprona il Governo a misure concrete al di la’ del tormentone sulla costosa flat tax.

Silvestrini ne parla a margine di un incontro promosso ieri da Cna Imola sulla mobilita’ sostenibile a Castel San Pietro Terme, nel bolognese: “Il Governo- osserva il segretario nazionale Cna- propone una flat tax sapendo che costa molto e che ci sara’ bisogno di finanziarla, tenendo conto del vincolo dell’Europa e soprattutto dei mercati. La flat tax e’ stata studiata negli Usa negli anni ’70 e ’80 dalla scuola di Chicago: si pensava che, lasciando molti piu’ soldi alle classi ricche, qualcosa sarebbe sgocciolato anche nelle mani dei piu’ poveri. Poi, la pratica ha mostrato esattamente il contrario”. 

“TAGLIARE TASSE A PMI ORA, PER RILANCIARE SVILUPPO”

Venendo all’Italia del Governo giallo-verde, ecco allora l’urgenza del mondo Cna: “Qualsiasi operazione di riduzione delle tasse per rianimare i consumi e far marciare il nostro Paese a un tasso di sviluppo dal 2 al 3% dovra’ concentrarsi su una fiscalita’ che premi i redditi medio-bassi. È dando una mano alle piccole imprese e ai ceti medi- rimarca Silvestrini- che sara’ possibile sostenere il debito attraverso una politica di rilancio e non solo di tagli. Ma dobbiamo aiutare la produzione, basta tassare cosi’ pesantemente i capannoni: l’Imu- elenca il segretario Cna- deve essere abbattuta, l’Irap dev’essere tolta, e bene la sterilizzazione dell’Iva annunciata dal Governo”.
Come sostenere un simile impianto? “Occorre finanziare tutto questo attraverso la lotta all’evasione fiscale e il taglio della spesa pubblica. Se questo Governo ce la fara’ applaudiremo, se non ce la fara’- avvisa Silvestrini- saremo molto critici”.

22 Giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»