Earth day, Upr: Patto bipartisan per politiche ambientali

Podeschi_san marino_UprSAN MARINO – La classe politica si attivi in modo permanente su tematiche ambientali e ogni anno l’Earth Day sia il momento per fare il punto degli interventi realizzati: lo propone Marco Podeschi, capogruppo di Unione per la Repubblica, in occasione della Giornata mondiale della Terra. “Siamo un micro Stato- spiega Podeschi- ma ciò non ci deve esentare da responsabilità dirette sul tema ambientale e l’impegno per preservare le riserve naturali“. Il suo movimento, prosegue, da tempo persegue in termini organizzativi interni questa politica: riduzione prossima allo zero dell’utilizzo della carta, equilibrato impiego dell’illuminazione e del riscaldamento, fornitori nazionali per limitare al minimo trasporti ed emissioni. Ma Podeschi esorta a fare molto di più: lancia infatti la proposta di siglare un patto fra tutti i consiglieri affinché si possano promuovere politiche di rispetto dell’ambiente intese a 360 gradi“.

Infatti, “ci sono elementi di base comuni- prosegue- sui quali occorre lavorare affinché la Repubblica di San Marino possa diventare uno Stato all’avanguardia”. Già in questa legislatura si è fatto qualcosa in questa direzione: per scelta dei gruppi consiliari, spiega il capogruppo Upr, non si utilizzano più le comunicazioni cartacee per convocazioni e documenti istituzionali, non si stampano più i documenti a corredo dell’attività consiliare e si è anche tentato di razionalizzare l’utilizzo dell’acqua con l’installazione di erogatori d’acqua. “Ci sono ancora tante cose da fare– ricorda Podeschi- e il progetto della mobilità sostenibile è uno di questi, così come gli impegni assunti a Parigi alla Conferenza Cop21″. Anche il Psd interviene sulla ricorrenza odierna ricordando che San Marino è fra gli stati che hanno sottoscritto la “Carta di Milano” a Expo 2015 e ha partecipato alla Conferenza sui cambiamenti climatici di Parigi. “Siamo quindi chiamati- manda a dire il partito di maggioranza- ad essere conseguenti e coerenti con le posizioni prese a livello internazionale sui temi della riduzione degli sprechi, della salvaguardia della natura e della biodiversità, della riduzione delle emissioni di anidride carbonica”.

22 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»