Marche

Macroregioni, un marchigiano su 2 vuole quella ‘Centro’ con Toscana e Umbria

sondaggio1

ANCONA – In tema di macroregioni l’ipotesi della regione del centro Italia (Marche, Umbria e Toscana) è la più gradita ai marchigiani. Lo rivela un sondaggio della Sigma Consulting condotto nel mese di febbraio tra mille marchigiani e realizzato in esclusiva per la Dire‘. Questi gli esiti. Centro Italia (Marche, Umbria e Toscana): 54% favorevoli, 39% contrari, 7% indifferenti. Regione Adriatica (Marche, Abruzzo e Molise): 22% favorevoli, 69% contrari, 8% indifferenti. Proposta inserita nel disegno di legge Morassut-Ranucci (Marche senza Pesaro Urbino che finirebbe in Emilia Romagna, con Abruzzo, provincia di Rieti, Isernia): 30% favorevoli, 62% contrari, 8% indifferenti.

Al di là delle preferenze, secondo il 48% degli intervistati l’ipotesi più realizzabile è quella del centro Italia mentre quella prevista nel Ddl Morassut-Ranucci è al 33% e quella della regione Adriatica al 19%. La Regione Adriatica ottiene più consenso in provincia di Fermo e Ascoli Piceno (31%), quella del Centro Italia in provincia di Macerata (67%) e quella prevista nel Ddl Morassut-Ranucci a Pesaro Urbino (67%). Ad Ancona che è la più riluttante all’accorpamento delle Regioni l’ipotesi più gradita resta quella del Centro Italia (41%), quella meno gradita la soluzione Morassut-Ranucci (13%), mentre la regione Adriatica ottiene un gradimento del 22%.

sondaggio4

Nel sondaggio si parla anche del tema dell’accorpamento delle Regioni: il 57% degli intervistati si dice favorevole alla riduzione del numero delle Regioni, il 36% invece contrario mentre il 7% è indifferente. Nello stesso questionario è stato chiesto ai cittadini in quale Regione vorrebbero vivere. Il 40% ha risposto Marche, il 13% Emilia Romagna, l’8% Toscana, l’8% Trentino Alto Adige, il 7% Lombardia e il 4% Veneto. Tra le Regioni in cui agli intervistati non piacerebbe vivere invece la Campania è al primo posto (23%) e la Calabria al secondo (22%). I più restii alle macroregioni sono i cittadini di Ancona. Solo il 45% è favorevole. Il gradimento maggiore alle aggregazioni si riscontra in provincia di Macerata dove il 68% degli intervistati dice “si”. Di poco superiore a Pesaro Urbino (65%). A Ascoli Piceno e Fermo il dato scende al 56%.

Sul sondaggio di Sigma Consulting è arrivato anche il commento del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi: “Un sondaggio dell’agenzia ‘Dire’ ci fa sapere che il 57% dei cittadini residenti nelle Marche è favorevole alla riduzione del numero delle regioni e che il 54% è favorevole a unirsi con l’Umbria e la Toscana. Mi fa piacere perché lo sostengo da tempo e perché l’Italia centrale non deve restare schiacciata tra il Nord e il Sud. Presto un libro su questo argomento”.

Qui trovate il testo completo del sondaggio: Sigma

di Luca Fabbri, giornalista

22 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»