Veneto

Cani in spiaggia e l’esercito a ‘presidiare’ l’estate, l’idea del sindaco di Jesolo

balneari

VENEZIA – Unità cinofile per combattere lo spaccio sulle spiagge, soldati dell’esercito a sostegno delle forze dell’ordine e più agenti per la stagione estiva. Sono le richieste che il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia ha fatto questa mattina al vertice sulla sicurezza convocato dal Prefetto di Venezia Domenico Cuttaia. Il vertice si tiene ogni anno prima dell’inizio della stagione e non ha nulla a che vedere con l’allarme terrorismo lanciato nei giorni scorsi dalla stampa tedesca.

valerio_zoggia_jesolo

Valerio Zoggia

“Al vertice in prefettura è intervenuto anche il procuratore aggiunto antiterrorismo Adelchi D’Ippolito che ci ha confermato come non esista alcun allarme in questo momento e nemmeno nelle prossime settimane. Parole che ci rassicurano alle quali ho aggiunto una richiesta: quella di effettuare più operazioni interforze durante la stagione estiva come è stato fatto lo scorso anno. Hanno un profondo effetto, soprattutto preventivo, e sono molto efficaci per quella che viene considerata la sicurezza percepita”, ha dichiarato Zoggia, specificando che la richiesta è stata effettuata sul modello di altre città del Veneto come Venezia e Padova” e “tenendo conto che attualmente il commissariato di Jesolo è in difetto di otto unità”.

di Fabrizio Tommasini, giornalista

22 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»