AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE calabria

Calabria, via libera a una Finanziaria da quasi 7 miliardi

consiglio regionale calabriaROMA – Al termine di una seduta fiume il Consiglio regionale della Calabria ha approvato con i voti della maggioranza di centrosinistra il Documento di programmazione economica e finanziaria della Regione e le proposte di legge riguardanti il Collegato alla manovra di finanza regionale per l’anno 2015, la Legge di stabilità regionale e il Bilancio di previsione della Regione Calabria per l’anno finanziario 2015 e pluriennale 2015/2017. Tra gli emendamenti presentati alla Legge di stabilità, è stato approvato all’unanimità un impegno di spesa di tre milioni di euro, prelevato dal Fondo unico per le imprese, destinato all’abbattimento delle tasse di ancoraggio nel porto di Gioia Tauro.

Via libera dunque ad una maxi-finanziaria da quasi sette miliardi (6,964), al netto delle contabilità speciali e delle anticipazioni di cassa. Sulla quale per il 48% del totale pesa la spesa sanitaria: 3,302 miliardi di euro. I fondi per gli investimenti Por e Fas, invece, rappresentano il 25% del bilancio. Il restante 12% riguarda fondi statali, mentre la spesa finanziata con risorse autonome raggiunge il 9%. In cifre, le risorse di Por (Piano operativo regionale) e Poc (Piani operativi comunali) raggiungono il totale di 1,171 miliardi, pari al 17%. 573 milioni, invece, sono destinati al Fondo di sviluppo e coesione; 650 milioni per le spese ‘libere’; 835 milioni per altri fondi vincolati; 286 milioni per i fondi perenti e 147 per gli accantonamenti.

Il finanziamento delle spese di funzionamento ammonta a 177 milioni di euro, la copertura delle rate di ammortamento dei mutui a 104 milioni. Ci sono poi 37 milioni per il rimborso delle anticipazioni di liquidità per il ripiano del debito sanitario, 16 per i mutui contratti dai Comuni per le opere pubbliche, 32 per i trasferimenti alle Province, il riconoscimento dei debiti nei confronti di Trenitalia, del personale Afor e delle strutture sanitarie convenzionate, 106 per i trasferimenti agli enti sub-regionali, 47 a favore del precariato Lsu-Lpu, ultracinquantenni esclusi dal mercato del lavoro ed ex Why not, 38 per le politiche sociali e il diritto allo studio, 17 per il trasporto pubblico locale, 6,7 per i settori turismo, cultura e agricoltura.

Il governatore Mario Oliverio presenta e fa approvare un emendamento per lo stanziamento di tre milioni di euro per abbattere le tasse di ancoraggio del porto di Gioia. “Con questo provvedimento- dice il presidente della Regione- dimostriamo il valore che il porto ha per questo governo regionale”.

Infine la Regione ha stanziato 50 milioni per il funzionamento del Consiglio regionale.

22 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988