Tg Politico, edizione del 22 marzo 2019 - DIRE.it

Tg Politico, edizione del 22 marzo 2019

 

XI JINPING A ROMA PER MEMORANDUM ITALITA-CINA 

E’ arrivato in Italia Xi Jinping, il presidente della Repubblica popolare cinese,  a Roma per firmare il memorandum sulla Via della Seta che agevola le intese commerciali con l’Italia. Sarà uno scambio commerciale a due sensi, ha assicurato il presidente cinese ricevuto in mattinata al Quirinale dal capo dello Stato Sergio Mattarella. L’accordo, ha confermato Mattarella, è la cornice ideale per l’incremento della collaborazione tra le nostre imprese e quelle cinesi.

DI MAIO E SALVINI: IUS SOLI NON È NEL CONTRATTO

“Lo ius soli non e’ nell’agenda di governo”. Luigi Di Maio e Matteo Salvini sono d’accordo nel chiudere a ogni ipotesi di riforma della cittadinanza. Il dibattito è stato innescato da Rami, il ragazzo di origine egiziana che ha salvato i compagni sul bus di San Donato Milanese. “Giusto concederla a lui”, dice Di Maio. “Stiamo valutando- aggiunge Salvini- spero che i ragazzi abbiamo il giusto riconoscimento, ma la cittadianza non e’ il biglietto del luna park”.
 

TAV, MACRON AVVERTE CONTE: PROBLEMA ITALIANO

Per Emmanuel Macron la Tav “è un problema italiano e io- dice il presidente francese- non ho tempo da perdere”. Non basta il faccia a faccia con Giuseppe Conte a Bruxelles per alleggerire la tensione tra Italia e Francia sulla linea Torino-Lione. “Sulla Tav- dice il presidente del Consiglio italiano- faremo una discussione aperta sulla base dell’analisi costi-benefici”. Nessuno scontro, assicura Conte, il presidente francese “voleva solo evitare di lasciarsi coinvolgere in un dibattito politico interno”.
 

CEI: LA FAMIGLIA NON SIA TERRENO DI SCONTRO

La famiglia non deve essere terreno “di scontro” ma una “realtà fondamentale” che vede tutti “uniti”, chiesa e politica. A una settimana dal congresso di Verona, il cardinale Gualtiero Bassetti invita a moderare i toni. “Avremmo preferito uno stile diverso da parte di tutti- dice il presidente della Cei- con meno polemiche”. La famiglia deve essere “una priorità nell’agenda politica- aggiunge- questo è il tempo della sintesi, delle soluzioni comuni. Basta accapigliarsi e dividersi accecati da ideologie”.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

22 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»