Salvini con la Polizia, Di Maio acchiappa i Carabinieri

Mentre è in corso la visita del presidente Cinese a Roma, che con il suo seguito sta mettendo a dura prova la circolazione nella Capitale, continua il duello armonioso tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Mentre è in corso la visita del presidente Cinese a Roma, che con il suo seguito sta mettendo a dura prova la circolazione nella Capitale, continua il duello armonioso tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Dopo la bufera caduta sui ‘grillini’ di Roma, che hanno visto portare in galera Marcello De Vito, numero 2 in Comune, e messo sotto inchiesta anche l’assessore Daniele Frongia, tra poche ore ci sara’ un’altra sentenza: quella delle urne della Regione Basilicata, per eleggere il nuovo presidente. Di Maio deve assolutamente invertire la tendenza, far vedere che il M5S sta reagendo ed e’ capace di riprendersi la scena, finora tutta del leader della Lega. Ha cominciato ‘stuzzicando’ l’alleato sul suo fronte, quello della sicurezza, dove Salvini non perde occasione di mostrarsi con la divisa della polizia: oggi Di Maio si e’ fatto fotografare tra il Comandante dei Carabinieri, la ministra della Difesa e il piccolo egiziano che ieri ha messo in salvo i suoi coetanei sul bus incendiato per annunciare che avra’ la cittadinanza italiana. Questa volta e’ arrivato primo, mentre Salvini stava tenendo comizi in Basilicata. Il Movimento non si aspetta un gran risultato, anche li’ tutti dicono che si arrivera’ terzi. Ma la vera partita, dicono fonti ‘grilline’, si giochera’ alle prossime elezioni Europee del 26 maggio. Se la tendenza evidenziata dai sondaggi – che danno sempre su la Lega e in calo il M5S – verra’ confermata, con i ‘grillini’ addirittura sotto il 20%, tutto cambiera’. A partire dal Governo dove la Lega reclamerà posti di peso per i suoi. A quel punto il M5S reggerà?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

22 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»