Ecco chi sono i parlamentari eletti in Sardegna

ROMA – È targata 5 Stelle la nuova pattuglia di parlamentari, diciassette deputati e otto senatori, che rappresenterà la Sardegna a Montecitorio e Palazzo Madama.

Dei 25 eletti nell’isola, ben 16 fanno aperte del M5s, che ha lasciato le briciole alle altre forze politiche: andranno a Roma tre rappresentanti del Pd e tre di Forza italia, uno ciascuno per Lega, Fratelli d’Italia e Pds’Az-Lega.

Questi gli eletti alla CAMERA:  

  • M5S

ANDREA MURA, nato a Cagliari nel 1964, velista di fama mondiale, skipper dell’open 50 “Vento di Sardegna”.

MARA LAPIA, nata a Nuoro nel 1977, avvocata e criminologa, specializzata in bullismo e devianze giovanili, è autrice di uno studio su queste tematiche.

PINO CABRAS, nato a Cagliari nel 1968, funzionario della Sfirs, la società intermediaria finanziaria della Regione Sardegna, cura un blog chiamato “L’alternativa c’è”.

LUCIANO CADEDDU, 40 anni di Uras (Oristano), allevatore.

MARIO PERANTONI, avvocato civilista di Sassari, un passato da dirigente locale dei Comunisti italiani.

EMANUELA CORDA, nata a Cagliari nel 1974, deputata uscente e riconfermata, fumettista e grafica pubblicitaria.

ANDREA VALLASCAS, classe ’75, cagliaritano, deputato uscente e riconfermato. È un ingegnere edile.  

LUCIA SCANU, trentottenne di Oristano, disoccupata alla prima esperienza politica.

ALBERTO MANCA, 34 anni di Nuoro, agronomo, è un dipendente del Corpo forestale della Regione.

PAOLA DEIANA, algherese classe 1985, dipendente a tempo determinato del Comune di Alghero.

NARDO MARINO, giornalista nato a Olbia nel 1964, per anni a capo della redazione dell’emittente televisiva Teleregione, in seguito entrata nel circuito nazionale Cinquestelle.

  • PARTITO DEMOCRATICO

ROMINA MURA, classe ’70 di Sadali, comune nel Sud Sardegna del quale è anche sindaca. È deputata uscente, riconfermata.

GAVINO MANCA, nato a Sassari nel 1970, tre legislature nel Consiglio regionale sardo, nell’attuale è stato presidente della commissione Cultura.

  • FORZA ITALIA

UGO CAPPELLACCI, nato a Cagliari nel 1960, ex presidente della Regione dal 2009 al 2014, consigliere regionale uscente è coordinatore degli azzurri in Sardegna.

PIETRO PITTALIS, nato a Charleroi (Belgio) nel 1958, capogruppo uscente di Forza Italia in Consiglio regionale, cinque legislature nel Palazzo di via Roma a Cagliari.

  • LEGA

GUIDO DE MARTINI, cagliaritano di 62 anni, oculista, primo e unico parlamentare salviniano eletto in Sardegna.

  • FRATELLI D’ITALIA

SALVATORE SASSO DEIDDA, cagliaritano del ’76, coordinatore regionale del movimento di Giorgia Meloni.

Questi invece gli eletti in Sardegna al SENATO:

  • M5S

GIANNI MARILOTTI, nato a Cagliari nel 1953, docente di storia e filosofia, e scrittore. Nel 2003 ha vinto il  premio Italo Calvino con il romanzo La quattordicesima commensale. Nel 2014 ha partecipato alle elezioni per il Consiglio regionale con la lista ProgRes, partito che faceva parte del cartello elettorale Sardegna Possibile guidato dalla scrittrice Michela Murgia.

EMILIANO FENU, classe ’77, commercialista di Sinscola (Nuoro).

MARIA VITTORIA BOGO, classe ’67 di Budoni, poetessa e scrittrice, lavora nel Comune del suo paese.

ETTORE LICHERI, nato nel 1963 a Sassari, avvocato penalista, per anni uno dei principali collaboratori di Stefano Palazzi, capo della procura della Figc.

ELVIRA LUCIA EVANGELISTA, nata nel 1969 a Nuoro, avvocato.

  • PD

GIUSEPPE LUIGI CUCCA, nato a Bosa nel 1957 ma nuorese d’adozione, è avvocato. Senatore uscente e riconfermato, dal 2017 è segretario regionale dei dem in Sardegna, dopo le dimissioni di Renato Soru.

  • FORZA ITALIA

EMILIO FLORIS, nato a Cagliari nel 1944, medico, è stato sindaco di Cagliari dal 2001 al 2011, prima di Massimo Zedda. Senatore uscente e riconfermato.

  • PSD’AZ- LEGA

CHRISTIAN SOLINAS, cagliaritano classe ’76. Segretario nazionale del partito sardista e consigliere regionale uscente, è stato assessore regionale ai Trasporti nella giunta guidata da Ugo Cappellacci.

22 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»