Spazio ai libri per i piccoli: 7 giorni di eventi in tutta Bologna

30-03-2015 Bologna fiera del libro per ragazzi immagini generiche dell'esposizione. foto borella / Eikon

BOLOGNA – In Fiera, nelle biblioteche. E poi a teatro, nei musei e nelle librerie. Per una settimana Bologna veste i panni di capitale mondiale del libro per ragazzi e la città si riempie di eventi, mostre, letture e laboratori. Naturalmente, c’è anche la manifestazione fieristica, la Children’s book fair, che dal 4 al 7 aprile porterà sotto le Due Torri 1.200 espositori, 1.100 dei quali da oltre 70 paesi diversi, con il meglio della produzione libraria dedicata a giovanissimi e bambini. Novità di quest’anno, il Premio Strega Ragazze e ragazzi dedicato ad autori di opere per lettori dai 6 ai 10 anni e dagli 11 ai 15 anni.

copertina_Annual2016 copiaA promuovere il premio, la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Strega Alberti Benevento assieme alla Fiera di Bologna. Fra i 55 libri candidati, il comitato scientifico, coordinato da Tullio De Mauro, ha selezionato le due cinquine di finalisti: l’ultima parola spetta agli studenti di 50 scuole che sceglieranno i vincitori delle due categorie, premiati il 6 aprile dal ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini. Per celebrare il 50esimo anniversario della mostra degli illustratori, la Fiera ha organizzato una mostra speciale in cui verranno esposte le tavole originali di 50 illustratori tra i più quotati al mondo (Altan, Munari, Quentin Blake, Shaun Tan). A questa si affianca la Mostra illustratori con 77 opere di artisti selezionati tra 3.191 candidati con 15.955 tavole, record nella storia del concorso. Ospite d’onore di quest’anno la Germania, che proporrà un programma di appuntamenti ed eventi, ‘Look’, molto ricco organizzato dalla Fiera del libro di Francoforte assieme al Goethe Institut. Un intero padiglione sarà dedicato al settore digitale. Dopo la fiera per gli addetti ai lavori, dall’8 al 10 si apre il weekend dei Giovani lettori.

20160322_111800Per i ragazzi e le famiglie una ricca offerta di eventi, mostre, visite guidate, incontri con gli autori, appuntamenti legati alle celebrazioni per il 400esimo anniversario della morte di Shakespeare e Cervantes, laboratori di ogni genere. E in un “Pinocchio prima di Pinocchio”, uno spettacolo per immagini con due musicisti ed un illustratore. E ancora. Una tavola rotonda ricorderà il centenario dell’autore britannico Roald Dahl (tra i suoi romanzi “La fabbrica del cioccolato“). Intanto, dall’1 al 10 aprile torna Bologna città del libro per ragazzi, un programma di attività organizzato dal Comune assieme alle sue istituzioni culturali, alla Fiera e al Goethe Institut. Le biblioteche sono protagoniste della manifestazione con una serie di iniziative proposte dall’Istituzione biblioteche in collaborazione con il gruppo Editori per ragazzi dell’Associazione nazionale degli editori: 33 gli incontri che si svolgeranno in 12 biblioteche tra illustratori, autori e ragazzi delle scuole (15 quelle coinvolte, dalle materne alle medie, con oltre 2.000 studenti). Sala Borsa ospiterà il cuore di ‘Look. Germany in Bologna Children’s book fair’, con ‘Achtung kartoffel’, un progetto sperimentale curato da un collettivo di illustratori, grafici e autori tedeschi conosciuti per i loro folli activity books. Il programma prevede, inoltre, una mostra su ‘Libri folli e bellissimi’ a Palazzo D’Accursio, esposizioni in altri luoghi della città, una mini-rassegna in Cineteca. E poi laboratori, attività nelle librerie, mostre e molto altro. Il programma completo in un opuscolo che sarà stampato in 40.000 copie e distribuito sul territorio (in alternativa si può consultare la pagina www.bolognagendacultura.it).

“Lavorare sui giovani è un obiettivo fondamentale di questa amministrazione”, assicura l’assessore comunale alla Cultura, Davide Conte. “La città e il quartiere sono strettamente legati. per la Fiera è un periodo magico. Ieri si è chiuso Cosmoprof con 250.000 visitatori, presto si apre la Fiera del libro per ragazzi, un veneto unico al mondo”, osserva il direttore generale di Bologna Fiere, Antonio Bruzzone.

di Vania Vorcelli, giornalista professionista

22 Marzo 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»