Oggi in Consiglio un omaggio a Eco, “amico della Repubblica”

SAN MARINO – Con un minuto di silenzio e un ordine del giorno votato all’unanimità il Consiglio Grande e Generale della Repubblica di San Marino, insieme alla Reggenza, omaggia la figura di Umberto Eco. La seduta pomeridiana odierna del parlamento sammarinese si è infatti aperta con un riferimento dei Capi di Stato, Lorella Stefanelli e Nicola Renzi, che hanno annunciato la dedica di un minuto di silenzio “all’amico illustre della Repubblica”. Ad Eco hanno dedicato così parole di cordoglio per la sua scomparsa e di elogio, definendolo “l’uomo che sapeva tutto“, un uomo “dedito alla storia, alla semiotica, alla filosofia, alle scienze della comunicazione, in breve alla cultura, nel senso più alto e pieno di humanitas”. La Reggenza lo ha ricordato inoltre come “un uomo delle cui grandi doti e capacità anche la Repubblica di San Marino ha avuto l’occasione e l’opportunità di avvalersi in diversi e qualificati contesti“.

eco2All’ultima parte dei lavori consiliari, dedicati alla votazione degli ordini del giorno è stato poi presentato dal consigliere Gerardo Giovagnoli, capogruppo del Ps, un ordine del giorno sottoscritto da tutti i gruppi consiliari e dai consiglieri indipendenti volto a dedicare al professore iniziative commemorative, votato poi all’unanimità dll’Aula. “Il professor Umberto Eco, intellettuale e studioso di spessore internazionale, ha lasciato un’impronta indelebile nella cultura mondiale e in quella sammarinese”, recita il testo approvato dall’Aula. “L’impegno per la nascita e l’affermazione dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino- prosegue- il ruolo cruciale nello sviluppo degli studi semiotici e cognitivi in territorio, il contributo capitale alla valorizzazione del patrimonio librario e documentale, sono un’eredità perpetua che l’opera limitare del professor Eco ha donato alla Repubblica. Un’opera di grande significato, un segno forte, che ha permesso al nostro Stato e alla sua Università un riconoscimento internazionale prestigioso e d’eccellenza, sia per la qualità e l’innovatività dello studio sia, evidentemente, per la caratura pressoché unica della produzione intellettuale e letteraria del professor Eco”.
Per tutto ciò, “Il Consiglio Grande e Generale- conclude l’Odg- in occasione della scomparsa intende ricordarne la figura, dà altresì mandato al Congresso di Stato di attuare le iniziative più opportune per commemorare l’opera e il legame con la Repubblica di San Marino e la sua Università”.

22 Feb 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»