VIDEO | Salvini all’ex Penicillina di Roma: “Non è occupata, Raggi pensi alle strade”

Stamani un blitz della Polizia di Roma Capitale all'interno della fabbrica di via Tiburtina. Poi l'arrivo, a sorpresa, del ministro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il ministro dell’Interno Matteo Salvini si è recato stamani in via Tiburtina, davanti allo stabile dell’ex fabbrica di Penicillina.

“Siccome io voglio verificare con mano le cose, alle mie spalle vedete lo stabile della ex Penicillina, l’enorme fabbrica abbandonata e occupata fino a poco tempo fa da migliaia di immigrati abusivi, che ne combinavano di tutti i colori: spaccio, droga furti, rapine e violenze sessuali- ha detto il vicepresidente del Consiglio durante una diretta facebook-. Ieri il sindaco di Roma ha detto che era di nuovo occupata, ma io ho sentito il questore e ho sentito il prefetto perché se le cose le facciamo, le facciamo bene, controlliamo che siano verificate. E’ per questo che sono tornato qua e alle mie spalle c’è questo enorme stabile che è ancora libero, pulito, non occupato. Quindi invito il sindaco di Roma, come altri sindaci, a occuparsi bene delle strade, delle case, delle scuole, delle loro città e a non diffondere notizie prive di qualsiasi fondamento“.

IL BLITZ

Stamattina un’importante operazione di controllo, con almeno dieci auto e venti uomini, da parte della Polizia di Roma Capitale all’interno della fabbrica ex Penicillina di via Tiburtina 1040. Gli agenti dello SPE, Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale e gli agenti del Tiburtino, dopo aver perlustrato il perimetro, sono entrati, attraverso una apertura laterale della recinzione, nella ex fabbrica rioccupata di recente a distanza di 40 giorni dallo sgombero avvenuto il 10 dicembre scorso.

Leggi anche:  VIDEO | Roma, a 40 giorni dallo sgombero ‘Ex Penicillina’ di nuovo occupata

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

22 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»