AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lombardia

Metrò Milano, Atm investe 37 mln e ristruttura la linea M2

MILANO – La rete metropolitana milanese si rinnova: Atm, l’Azienda trasporti milanesi, annuncia che investirà 36,6 milioni di euro per i lavori di ristrutturazione della linea 2 della metropolitana meneghina, quella che collega la zona metropolitana orientale, partendo da Gessate, a quella sud-occidentale, in zona Abbiategrasso. L’importo sarà garantito grazie ai fondi provenienti dal ministero delle infrastrutture uniti alle risorse proprie aziendali. Si tratta del primo intervento sulla linea a quasi 50 anni dall’entrata in servizio della stessa (era il 1968).

metro c

Già lanciata la gara d’appalto per i lavori che si incentreranno sulla rete elettrica nelle tratte Cimiano-Gorgonzola/Cascina Gobba-Cologno Nord. L’infrastruttura della tratta è di proprietà del Comune di Milano. Atm decide dunque di intervenire e di utilizzare autofinanziamento proprio per non rischiare di perdere il cospicuo contributo ministeriale che permetterà all’azienda di trasporti metropolitana di portare a termine un progetto di ammodernamento complessivo per un valore di 76,6 milioni di euro, progetto che include anche la fornitura di nuovi treni Meneghino per una spesa di circa 40 milioni. Il contributo di Atm in questa iniziativa sarà pari a circa 16 milioni, mentre l’azienda garantisce che questi lavori saranno eseguiti “senza sostanzialmente impattare sul servizio”.

L’intervento in questione e’ di importanza strategica per la M2– commenta il presidente Bruno Rota- una linea che merita interventi anche molto più radicali non appena il governo, Regione e Comune individueranno risorse per questo cruciale progetto, aspetto che a noi di Atm, gestori della rete, sta molto a cuore. Ma il rifacimento della rete elettrica sul tratto est della verde aumenterà la qualità e l’affidabilità in termini di servizio. Si tratta della linea più lunga della nostra rete metropolitana– conclude Rota- che ha raggiunto ormai numeri di carico passeggeri enormi, in aumento ogni anno quasi del 3%, oltre a coprire punti nevralgici della città, come le principali stazioni ferroviarie o gli interscambi modali con le autostrade”.

di Nicola Mente, giornalista

22 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988