Olimpiadi 2024, Napoli ci riprova con le gare di vela, Borriello: Riaprire questione

NAPOLI – Sulla città italiana candidata a ospitare le gare olimpiche di vela nel 2024 non è ancora detta l’ultima parola. Almeno non lo è per chi amministra Napoli.
“Domani saremo a una cerimonia con il Coni che si terrà alle 17,30 al Maschio Angioino (l’evento annuale di premiazione del Coni Napoli, ndr). Sarà l’occasione per cercare di trovare una modalità condivisa per riaprire la questione” ha dichiarato l’assessore allo sport Ciro Borriello, che ritorna così sulla vicenda Olimpiadi. Se Roma si aggiudicherà l’organizzazione dei Giochi olimpici del 2024, infatti, le regate veliche dovrebbero svolgersi nelle acque di Cagliari.

VelaIn un colloquio con l’agenzia Dire, Borriello definisce “paradossale che tra le motivazioni addotte ci sia la questione trasporti e quella del vento: il vento può soffiare piano o forte a seconda del periodo”.
Anche rispetto ai trasporti, la decisione della commissione tecnica del comitato promotore per le Olimpiadi di Roma 2024 sorprende l’assessore, che ricorda: “a primavera le nuove stazioni della metropolitana apriranno tutte”.
“Non escludo una possibilità di fare visita a Malagò per fargli capire che la città di Napoli ci teneva tanto a ospitare le gare olimpiche di vela– dichiara ancora Borriello che sottolinea poi come la città abbia anche “organizzato le qualificazioni per le Olimpiadi” dimostrando di essere “uno scenario ottimale” per competizioni di questo tipo.
“Chiederemo anche alla Regione di interloquire su questa vicenda e far sì che anche De Luca dica qualche cosa” ha concluso l’assessore.

21 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»