Tg Politico, edizione del 21 novembre 2018

Tg Politico, edizione del 21 novembre 2018

Si parla di: L’Europa boccia la manovra, verso l’avvio della procedura; Anticorruzione, tensione tra la Lega e i Cinque stelle

L’EUROPA BOCCIA LA MANOVRA, VERSO L’AVVIO DELLA PROCEDURA

La Commissione europea conferma la valutazione negativa sulla manovra italiana e rileva una inadempienza particolarmente grave sul deficit. Anche i requisiti sul debito non sono in ottemperanza alle regole. Bruxelles si dice pronta ad avviare l’apertura di una procedura per deficit eccessivo. Il commissario Pierre Moscovici ha accusato l’Italia di non aver risposto ai dubbi su crescita e deficit ma il dialogo – ha garantito – resta aperto, però e’ essenziale un impegno costruttivo del governo italiano per evitare la procedura.

ANTICORRUZIONE, TENSIONE TRA LA LEGA E I CINQUE STELLE

Da una parte la legge anticorruzione, dall’altra il decreto sicurezza. Torna la tensione in maggioranza tra Cinque stelle e Lega, dopo il voto che ha visto il governo battuto su un emendamento dell’ex Cinque stelle Catello Vitiello. Il vicepremier Luigi Di Maio spiega che e’ stato un tentativo di affossare il disegno di legge per salvare i politici che rubano. Matteo Salvini assicura che il ddl sara’ approvato. Il premier Giuseppe Conte minimizza, spiegando che e’ stato solo un incidente di percorso. Il disegno di legge sara’ modificato ed avra’ bisogno di una terza lettura.

UN IMPRENDITORE SU DIECI VITTIMA DI ESTORSIONI

Imprenditori italiani sempre piu’ vittime di estorsione, uno su quattro percepisce un peggioramento nei livelli di sicurezza per la propria attività. A scattare la fotografia è Confcommercio in un’indagine sui fenomeni criminali da cui emerge che nel nostro Paese il 9% dei commercianti ha avuto un’esperienza diretta di minacce e intimidazioni a scopo di estorsione, una percentuale che raddoppia quasi al Sud, al 17%, mentre è più bassa al Nord, col 3%.

IL PAPA AI GIOVANI: COL SERVIZIO CAMBIATE IL MONDO

“Uscire da se stessi e mettersi al servizio degli altri”. È l’invito del Papa ai giovani, nel videomessaggio inviato per la 34ma Giornata mondiale della gioventù, in programma a Panama, dal 23 al 28 gennaio 2019. La forza dei giovani, dice il Papa, sta nel fatto che molti mostrano il desiderio di aiutare gli altri, di fare qualcosa per quelli che soffrono. Questo, dice il Papa, può cambiare il mondo.

Condividi l’articolo:

Leggi anche:

21 Nov 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»