AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE SPETTACOLO

Dalle scimmiette di Justin Bieber ai lecca-lecca di Paris Hilton, ecco i capricci dei vip in aereo

ROMA – Aereo che vai, stranezza che trovi… specie se a volare sono i vip. C’è che non si separa mai dalla sua scimmietta, chi dai cagnolini e chi si misura la temperatura durate tutto il volo. Il motore di ricerca di voli e hotel www.jetcost.it ha selezionato alcuni dei loro capricci più curiosi ed eccentrici: ecco cosa fanno- e cosa pretendono- le star, da Justin Bieber a Andy Garcia.

Justin Bieber e le sue mascotte

Pare che il cantante, idolo dei teenager, abbia costretto un jet privato a un’attesa di otto ore perché non riusciva a trovare la sua amata scimmietta. Avrebbe persino noleggiato un elicottero per andarsela a riprendere a West Palm Beach, dove l’aveva dimenticata, per poi tornare a Miami e prendere il volo che lo attendeva per Los Angeles. Non si è mai saputo se sia tornato con o senza l’animale. Una vera passione, la sua, per le scimmiette; un’altra, Molly, gli è stata sequestrata all’aeroporto di Berlino perché non aveva la documentazione necessaria per partire. Un’altra volta Bieber ha tentato di imbarcare anche un criceto, Pac, che ha poi dovuto regalare a una fan prima del volo.

Richieste culinarie

Il celebre cantante portoricano Chayanne prima di imbarcarsi su un aereo compila sempre una lista di frutta e succhi di frutta tropicali che pretende a bordo. E non viaggia mai senza il suo interprete, ne ha di diverse lingue a seconda del paese in cui deve andare. L’attrice americana Faye Dunaway, premio Oscar per Quinto potere, quando viaggia da sola chiede sempre un gelato dietetico di un marchio poco conosciuto, ma siccome non è così facile da trovare, spesso esige di portarselo in una piccola borsa frigo.

Gli aerei privati

Paris Hilton e Paulina Rubio mescolano le eccentricità precedenti, gli animali e il cibo, e per evitare problemi preferiscono viaggiare con i loro jet privati. Se la ricca ereditiera vola, non possono mancare a bordo diverse bottiglie di vodka, aragoste,c di vari gusti e zucchero di canna. E i suoi adorati cagnolini… Vale lo stesso per la cantante messicana, che pretende però un catering a cinque stelle non per lei, ma per i suoi tre amici a quattro zampe.

Di stranezze e manie ne ha tante l’attore e regista Woody Allen. Ad esempio ha sempre la fobia dei germi, tanto che preferisce viaggiare con il suo aereo privato, che fa sempre disinfettare prima di partire; inoltre indossa la mascherina e si misura la temperatura ogni due ore.

Restando in tema di stranezze sugli aerei privati, sua altezza reale il principe Al-Walid bin Talal bin Abd al-Aziz Al Saud, multimiliardario saudita, meglio conosciuto come Al-Walid bin Talal, uno degli uomini più ricchi e potenti al mondo secondo Jetcost, tra i suoi ultimi capricci ha voluto un nuovo jet privato, un Airbus A-380, il più grande aereo mai creato, progettato a proprio piacimento. Due piani, 551 metri quadrati, con a sua disposizione cinema, vasca idromassaggio, palestra, sala di preghiera, un garage per due Rolls Royce e una ventina di camere con bagno privato. Un giocattolo del valore di 500 milioni di $ che comprende anche un bagno in oro.

L’attore Andy Garcia, invece, non ha un suo aereo privato, di solito per viaggiare li noleggia, equipaggio compreso. La cosa in sé non sembra così strana, ma prima di scegliere il suo mezzo di trasporto fa una selezione meticolosa e richiede che gli venga inviato il curriculum della società del modello che vorrebbe affittare e di tutto il personale di bordo.

Quando Mariah Carey ha dovuto prendere un volo per completare le riprese del film “Tennessee”, i produttori le hanno detto che il budget a disposizione era limitato e non potevano permettersi un aereo privato. La cantante, allora, ha risolto il problema in un modo molto semplice: ha comprato tutti i biglietti dell’aereo su cui doveva viaggiare per essere sicura di essere da sola in cabina.

Ci sono poi due attrici che volano solo se hanno con sé i loro oggetti portafortuna, altrimenti non partono

Megan Fox, che ha paura di volare, non può farlo senza il suo mp3 per ascoltare Britney Spears. Secondo la sua teoria, il suo destino non è di morire mentre ascolta un brano della pop star che le piace, quindi se la ascolta in aereo, non corre rischi. Eva Longoria, dal canto suo, preferisce volare accompagnata da qualcosa di più divino della voce di Britney Spears, e si porta nella borsa statuine di Madonna e santi perché dice che senza di loro non si sente protetta.

Infine l’attrice Sharon Stone, famosa per una lunga litigata perché non le facevano imbarcare due bagagli a mano, si è resa protagonista di un’altra follia: ha pagato un biglietto aereo al poeta messicano Octavio Paz, suo idolo, perché la accompagnasse dove doveva andare a girare un film, in modo da conoscerlo e poter parlare con lui di poesia durante il viaggio. Naturalmente, una volta giunti a destinazione, l’ha anche invitato a cena.

21 novembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988