Elezioni, Pdcs si conferma primo partito Paese

Palazzo San MarinoSAN MARINO – Rispetto ai voti di lista, lo spoglio elettorale di questa notte rivela che il primo partito del Paese si conferma il Pdcs con 4.752 voti, il 24,46%, seguito da Rete, la cui lista triplica i risultati del 2012 quando aveva totalizzato il 6,29% delle preferenze. Oggi infatti il movimento sale al 18,33%, registrandosi come unica lista in crescita dalla precedente turnata elettorale. Terza lista più votata, la prima per la sua coalizione, è Ssd che debutta con il botto in questa elezione, con 2.352 voti, il 12,22% delle preferenze.

In dettaglio, le preferenze delle altre liste: in Sm Prima di tutto, Psd e Pss registrano un risultato simile, ottenendo la prima il 7,12% delle preferenze, la seconda lista il 7,74% delle preferenze. Infine Sammarinesi si attestano al 2,13%, non riuscendo a capitalizzare i risultati di coalizione e a piazzare un proprio rappresentante in Consiglio. In Adesso.sm, a seguire Ssd è Civico 10 con il 9,26% delle preferenze, quindi Rf con il 9,60%. In Democrazia in movimento l’alleato di Rete, Md-Smi, si ferma al 4,58%. Le liste Lpl e Rds non superano la soglia di sbarramento rispettivamente con il 2,13% e l’1,59%. Anche per loro nessun seggio in Consiglio grande e generale.

21 Nov 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»