Galassi si dimette da ambasciatore in Vaticano - DIRE.it

San Marino

Galassi si dimette da ambasciatore in Vaticano

SAN MARINO – Clelio Galassi non è più ambasciatore in Vaticano della Repubblica di San Marino. Ricevuta la comunicazione giudiziaria sulle indagini in corso a suo carico, l’ex consigliere di lungo corso del Pdcs ed ex segretario di Stato per le Finanze, ha inviato una lettera di dimissioni, con effetto immediato, dall’incarico di rappresentanza al segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini.

A San Marino Rtv, televisione di Stato sammarinese, ha motivato il suo gesto come volontà di “non creare alcun imbarazzo alle istituzioni del mio Paese”. La magistratura ha aperto un’indagine su di lui subito dopo l’arresto di Gabriele Gatti, per verificare la destinazione di somme di denaro dubbie. Accuse che a Smrtv Galassi non intende commentare, “fiducioso di chiarire la sua posizione”. Le sue dimissioni giungono all’indomani degli appelli lanciati dai movimenti di opposizione, Rete e Sinistra unita, affinché il governo revocasse a Galassi tutti gli incarichi istituzionali, quindi non solo quello di ambasciatore in Santa Sede ma anche la presidenza della Fondazione Sums, comproprietaria con lo Stato di Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino.

21 ottobre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»