Inaugurata nuova Casa dello studente a Firenze. Barni: “Più attenzione al diritto allo studio”

IMG_1880FIRENZE – Diciannove camere doppie, 16 singole per 54 posti letto complessivi. Sono questi i numeri messi in campo dalla nuova residenza universitaria fiorentina di via Romana, che è stata inaugurata ufficialmente oggi col presidente dell’ente regionale per il Diritto allo studio, Marco Moretti il rettore dell’Unifi, Alberto Tesi assieme al suo successore, Luigi Dei e la vice-presidente della Giunta regionale, Monica Barni. L’immobile è collocato all’interno del centro cittadino, a poche centinaia di metri da ponte Vecchio. Particolarmente intricato l’iter per la ristrutturazione dell’edificio, che era da abbandonato da decenni. I lavori sono cominciati nel 2007 per terminare nel 2011, mentre la convenzione è partita solo in tempo per quest’anno accademico. Sono passati, pertanto, quattro anni dalla consegna dei lavori all’assegnazione effettiva degli alloggi agli studenti universitari. Nel mezzo ci sono stati dei complessi lavori per rendere funzionante lo stabile, rispetto all’organizzazione medievale delle origini. Si tratta, ha detto l’assessore regionale all’Università Monica Barni, di “un bellissimo luogo per una casa dello studente, per far sì che un numero sempre più ampio possa accedere al diritto allo studio. È una questione spinosa- ha ammesso-, sulla quale bisognerebbe porre più attenzione a livello nazionale. È una questione che stiamo cercando non dico di risolvere, ma di studiare”.

A livello complessivo, ha proseguito la vicepresidente della Regione, “la Toscana mi sembra che sia una delle Regioni con la maggiore attenzione per il diritto allo studio e per le case dello studente. È ovvio che in un momento in cui le risorse sono sempre minori bisogna cercare di fare il meglio con quello che abbiamo”. Con la nuova residenza di via Romana, che si aggiunge a quelle recentemente aperte in via San Salvi e a quella nel Comune di Calenzano, i posti letto delle strutture di proprietà gestite dall’azienda regionale Dsu salgono a 1.666, distribuiti in 14 immobili. Con la residenza Val di Rose a Sesto Fiorentino, quindi, il numero lieviterà ancora fino a quota 1.757, consentendo di garantire, durante intero anno accademico, il diritto all’alloggio ad oltre il 70% degli aventi diritto. Su un piano regionale, invece, sono 4.734 gli studenti ospitati dalla Dsu, includendo oltre a Firenze, gli atenei di Pisa (1.586) e di Siena (1.482).

21 Ott 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»