Elezioni, lista “Persone libere” portavoce protesta per le bollette

severiniSAN MARINO – No alla sovrattassa del 5% per chi non puo’ pagare le bollette del gas subito, in una sola tranche. Lo chiede al Direttore dell’Aass, Emanuele Valli, la “Lista delle persone libere”, nuova realta’ che si prepara a scendere in pista per le prossime elezioni, facendosi anche portavoce delle famiglie in difficolta’ con il pagamento delle bollette del gas.

La protesta viene lanciata dal sito “giornalesm.com”: “Molte famiglie sammarinesi si sono viste, in questi giorni, recapitare dall’Azienda Servizi delle bollette del gas metano con importi importanti- spiega la lista- gli importi sono cosi’ elevati in quanto l’Aass, per motivi di ristrutturazione interna, ha ritardato la fatturazione di diversi mesi, contando periodi di consumo di gas anche di 170 giorni quando, invece, dovrebbero essere di soli 60 giorni per agevolare il loro pagamento”. Per le difficolta’ economiche sempre piu’ frequenti, alcuni utenti hanno cosi’ richiesto una dilazione di pagamento, ma per poterla fare, e’ necessario pagare una sovrattassa del 5%.

“Questo e’ assurdo- lamenta la Lpl- l’Azienda essendo pubblica deve essere al servizio della collettivita’ e non il contrario”.La lista chiede quindi a Valli “eccezionalmente e solo per queste bollette di non voler applicare tale sovrattassa del 5% e di consentire agli utenti sammarinesi di dilazionare, in questo caso, il pagamento di tali bollette in almeno 4 rate mensili dello stesso importo in modo da non farle gravare pesantemente sul bilancio familiare”. Non solo: si chiede anche che le bollette per luce, acqua e gas “siano emesse in modo che i relativi pagamenti non abbiano scadenza nello stesso mese, quindi di alternarle”. E che le bollette con importi superiori a 400 euro “siano automaticamente dilazionate con importi mensili non superiori a 200 euro”. Il tutto, conclude la lista, aiuterebbe le famiglie sammarinesi “gia’ duramente provate con la crisi contingente”. La Lista delle persone libere conta gia’ oltre 100 aderenti, 60 candidati alle elezioni, e unisce 15 movimenti indipendenti con l’obiettivo di raggiungere 1.500 voti. A coordinare questa nuova realta’ e’ Marco Severini, direttore di Giornalesm.com.

21 settembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»